Cadregùn di Colmegna, e sentirsi regina del lago Maggiore

Il “cadregùn” è un termine dialettale lombardo per indicare una grande sedia, che a Colmegna dà il nome ad un  suggestivo belvedere sul Lago Maggiore formato da una roccia proprio a forma di sedile (o di trono, se avete un’immaginazione particolarmente fervida). Il posto si è rivelato essere un’ottima location per ritratti fotografici di effetto.

Raggiungibile a piedi velocemente con una passeggiata di 2-3 minuti dalla strada asfaltata…portateci un amico che sappia fare delle belle fotografie, e la giornata sarà sicuramente bene spesa!

Questa è la foto scattata alla sottoscritta da Alessandro Bordin…non male, vero?  Per sentirsi regina per un giorno, vale davvero la pena di fare un giro in questo bellissimo angolo sul Lago Maggiore.

Per sentirsi regina, bisogna scegliersi bene il trono!

Il posto si raggiunge facendo un sentiero che parte addirittura da Luino o da Maccagno, ma quando ci siamo andati noi il sentiero si presentava tutto pieno di erba alta,  come se non fosse praticato da molti escursionisti. Il consiglio è dunque quello di andarci direttamente in macchina o in moto – o in bici se siete particolarmente sportivi (ma la strada è molto ripida!) – lasciare  il veicolo sulla strada, dove c’è uno spiazzo, e poi seguire le indicazioni fornite dai cartelli bianco-rossi, ben visibili una volta che siete arrivati lì grazie alla nostra mappa in Google.

Pochi passi a piedi, in piano, e vi troverete di fronte a un panorama mozzafiato sul Lago Maggiore, con bello scorcio sulla vicina Maccagno.

Guarda altre fotografie scattate dal Cadregone di Colmegna