Cancro: sensibili ma determinati, ecco perché

I nati sotto il segno del Cancro sono molto protettivi, sensibili e pazienti: il perché ve lo dice Luna Sibilla . Continuate la lettura!

Caratteristiche generali del segno del Cancro
22 giugno-22 luglio
Elemento: Acqua
4^ casa, Luna

Dominati dalla Luna, sono riflessivi e profondi, ma spesso e volentieri tendono a cambiare l’umore improvvisamente, diventando irritabili.

Di solito i cancerini, avendo ben presente quali sono le priorità da rispettare, se si fissano un obiettivo lo raggiungono sicuramente: hanno pazienza, costanza e determinazione a sufficienza per rispettare ogni impegno preso.

Il segno del Cancro è uno tra i più casalinghi dello zodiaco, nel senso che ama la casa, ama stare in pantofole, ama tutto quello che riguarda la casa e il senso di protezione che trasmette.

Casa e famiglia sono i suoi principali punti di riferimento, in funzione dei quali imposta tutta la sua vita. Non che questo escluda i viaggi: il Cancro ama anche spostarsi e uscire, ma sempre avendo in mente poi di ritornare alla base, sicuramente più arricchito in termini di esperienze, ma con il bisogno di non essere sradicato dal suo contesto di origine.

Di solito il Cancro è una persona fedele e leale,che non ha bisogno di ricorrere a sotterfugi per fare le cose, preferisce parlare schietto, in modo diretto.

Cercate di non cambiare le carte in tavola ad un Cancro per quello che concerne le tradizioni: un compleanno, una festività, una ricorrenza, vanno sempre organizzate e celebrate come si è sempre fatto, senza introdurre troppi elementi di novità, che al Cancro causano disorientamento e irritazione.

Questa difficoltà al cambiamento si acuisce nel momento in cui ci sono dei problemi, che spesso per i Cancro, almeno all’inizio e almeno a livello istintivo, sembrano insormontabili e gravissimi. Ha la tendenza a ingigantire le questioni e ha difficoltà a vedere l’uscita dal tunnel. Ha la tendenza a essere fatalista, a vivere la vita “a periodi”: c’è il periodo sì, c’è l’anno positivo, e c’è invece il periodo no, quello dove “la sfortuna” ha avuto il sopravvento.

I nati sotto il segno del Cancro sono piuttosto introversi, per non dire timidi. Per questo motivo, spesso e volentieri sviluppano una certa insicurezza, per cui vanno rassicurati e incoraggiati spesso e volentieri. Chiedono spesso l’approvazione, ma se anche non facessero domande in proposito, di sicuro gli apprezzamenti spontanei sono ben accetti.

Se casualmente invece ricevono delle critiche che non condividono, piuttosto che chiederne le ragioni si rintanano nel loro guscio e tengono il muso per un po’, fino a quando non passa il malumore. Per gestire al meglio un Cancro, bisogna pensare a un bambino, ai suoi capricci, al suo bisogno di sentirsi al centro delle attenzioni. Di fatto poi il Cancro dà tutto se stesso, ma prima deve sentirsi completamente accettato e amato (se è venerato, ancora meglio).

Altre analogie si possono trovare con il granchio, che è l’animale con cui viene rappresentato. Come il granchio ha grandi tenaglie per difendersi, ma solo se viene attaccato. E come il granchio, se possibile, tende a rimanere immobile per difendersi al meglio senza attaccare, rintanandosi sotto la sabbia appena possibile.

Essendo suscettibile e ultra-emotivo, i suoi problemi di salute sono spessi legati all’ansia e alla difficoltà a rilassarsi. Ecco allora che si manifestano bruciori di stomaco o piccoli attacchi di panico, eczemi e problemi dermatologici di natura psicosomatica.