I concerti di tutti i colori del Lago Cromatico (fino al 10/10)

Il Lago Cromatico è un festival dedicato alla musica nei suoi vari generi, dalla classica al jazz, e al lago in tutte le sue diverse sfumature. Quest’anno ricorre la 6^ edizione del festival, e malgrado l’emergenza sanitaria, gli organizzatori sono riusciti a mettere insieme una serie di eventi interessantissimi dedicati al grande poeta Gianni Rodari.

Sito web ufficiale del Festival: www.illagocromatico.com

Da agosto a ottobre si svolgeranno decine di eventi nelle locations più suggestive della bassa costa lombarda del Lago Maggiore con un programma molto ampio ed articolato, che vedrà la partecipazione di musicisti di fama internazionale e nuove proposte dove musica, danza e teatro si fonderanno insieme, senza dimenticare la musica di tradizione popolare e uno spazio per i musicisti amatoriali.

 L’edizione 2020 sarà ampiamente dedicata al centenario della nascita di Gianni Rodari, che visse e lavorò in alcuni dei paesi animati dal Festival. ….un Lago…da Fiaba… , suggerisce infatti la copertina del Festival: non si poteva non ricordare con una piccola citazione la fiaba intitolata “Il Naso che scappa”, che lo scrittore ambientò tra i borghi di Laveno Mombello e Ranco. 

Interamente dedicato alla figura di Rodari sarà lo spettacolo teatrale che Betty Colombo interpreterà a Ranco (12 Settembre) ed altre favole racconterà Roberto Piumini accompagnato dalla fisarmonica di Nadio Marenco a Laveno Mombello (11 Settembre). Il racconto in musica sarà uno dei temi principali di tutta la rassegna, con l’Histoire du Soldat di I. Stravinskij interpretato dal Trio Eclectique insieme ad altri racconti a Laveno Mombello (21 Agosto) e Pierino e il Lupo di S. Prokofiev ad Angera nell’interpretazione del . Sempre dedicato a Rodari sarà la mostra fotografica commissionata dal Sistema Bibliotecario dei Laghi che verrà esposta durante il Festival. Inoltre, in collaborazione con l’Associazione Rotte Contrarie, il Festival proporrà al suo pubblico un piccolo libro in serie limitata di favole del patrimonio popolare del territorio. 

…ma non solo! Anche quest’anno il Festival Il Lago Cromatico sarà per tutti, grandi e bambini. Non mancherà il jazz con il Trio Accordi Disaccordi a Travedona Monate (4 Settembre); il folklore sudamericano con l’Ensemble Siete Lunas sulla terrazza panoramica della Funivia di Laveno (11 Agosto) e la musica popolare interpreta in maniera classica dal Quartetto Vagamondo a Taino (10 Settembre). Sempre a Taino vi aspetteremo al tramonto presso lo spettacolare monumento di Giò Pomodoro con il Duo di Corni O. Franz (5 Settembre) e a Ranco in riva al lago con l’Ensemble di  Trombe FVG (29 Agosto). 

Il Festival inizierà e si concluderà con due eventi straordinari. Il primo concerto si svolgerà il 6 Agosto presso il  Santuario del Sacro Monte di Varese con la partecipazione dell’Ensemble Micrologus, attualmente una delle formazioni di riferimento a livello internazionale per la musica medievale. Grazie ad un’attenta ricerca filologica e all’utilizzo di strumenti d’epoca, la formazione proporrà un bellissimo percorso dedicato alle musiche e ai canti dei  pellegrinaggi medievali. Si concluderà il 10 Ottobre a Brebbia con un altro interessante percorso musicale: Jacopo Taddei, uno dei giovani sassofonisti attualmente di maggior rilievo nel mondo del concertismo, interpreterà con i Solisti dell’Orchestra da Camera Canova diretti dal M° Enrico Pagano un programma dedicato alla musica del ’700.

I CONCERTI SONO GRATUITI MA LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA, VISTA L’EMERGENZA SANITARIA COVID-19. 

CONCERTI LAGO CROMATICO

Locandina Il Lago Cromatico 2020 – courtesy Associazione Musica Libera

Come mai il nome “Lago Cromatico”?

Come spiegato dal Presidente dell’Associazione la scelta del nome del Festival è ricaduta sul termine cromatico, una parola che significa colori che cangiano, ma anche musica, armonia e movimento.

Un Lago Cromatico, per i molteplici colori dei suggestivi paesaggi, della natura, delle montagne, dei borghi caratteristici e delle diverse tradizioni, ma anche un Lago Cromatico per l’ampia offerta concertistica. Durante l’incontro si è sottolineata l’importanza della coesione sociale, della promozione del territorio e la gratuità della manifestazione che consente la partecipazione di tutti i residenti, visitatori e turisti che frequentano abitualmente questo incantevole territorio.