14 e 15/9: Foto d’Autore a Mustonate con il fotoclub La Focale

29a Rassegna fotografica del fotoclub La Focale di Buguggiate
14 e 15 Settembre 2019, con la prestigiosa presenza di Giorgio Lotti e un originale set fotografico a tema steampunk. Ecco tutte le iniziative in dettaglio

La Focale compie 50 anni!

Per finire in bellezza un anno di festeggiamenti per i 50 anni di vita del fotoclub, La Focale di Buguggiate ha programmato il tradizionale appuntamento della “Rassegna di Immagini e Colori” nei giorni 14 e 15 settembre, presso il salone delle scuderie del Borgo di Mustonate, via Salvini 31, Varese, dove saranno allestite mostre fotografiche e verranno proiettati audiovisivi inediti interamente realizzati dai soci del fotoclub.

Il programma di sabato 14 settembre prevede alle 18 l’apertura delle mostre fotografiche e alle 21 la proiezione di alcuni audiovisivi realizzati dai soci; dopodiché la serata proseguirà con una Lectio Magistralis di “fotogiornalismo e ricerca” tenuta dal maestro internazionale di fotografia GIORGIO LOTTI.

La prima proposta di mostra collettiva dal titolo “IMMAGINA” vuole stimolare l’immaginazione di chi guarda, spingendolo a interpretare ciò che ha davanti. Vorremmo che ogni fotografia possa essere l’inizio di una piccola o grande storia che chiunque abbia piacere possa portare avanti.

Non poteva poi mancare qualcosa di un po’ più spiritoso, che richiamasse il cinquantesimo anniversario, si propone pertanto una mostra collettiva intitolata “50” – un tema svolto con giuste dosi di leggerezza e spensieratezza che dimostra come questo numero può ricorrere in differenti modi nella vita di tutti i giorni.

Più seria invece la proposta di mostra personale di Elena Pezzullo, in collaborazione con Emanuela Montalbetti, dal titolo “storie di vita lasciate a metà”. La nostra socia Elena ha voluto raccontare la vita spezzata dalla malattia di suo fratello e di altre pazienti, cercando di raccontare il passato, le passioni e la vita che queste persone hanno lasciato a metà rappresentando la loro fatica di vivere nel loro quotidiano fatto di vuoto e la fatica dei loro cari di accettare la loro assenza.

Le mostre proseguiranno anche domenica 15 settembre a partire dalle 15, quando vi invitiamo a partecipare ad un pomeriggio di set fotografici in compagnia della Victorian Steampunk Society dal titolo “tea and horses” – un tea party, in perfetto stile vittoriano. Venite a fotografare con noi!

Il programma delle giornate sarà il seguente:

Sabato 14 settembre
ore 18: apertura mostre fotografiche collettive
ore 21: proiezione audiovisivi realizzati dai soci de “la Focale di Buguggiate”
ore 22: lectio magistralis di Giorgi Lotti di “fotogiornalismo e ricerca”

Domenica 15 Settembre
ore 15: apertura mostre fotografiche collettive
ore 15: set fotografici a tema “STEAMPUNK”
ore 18: aperitivo di chiusura evento

Per info: https://www.lafocale.eu/50anni-rassegna-2019.html

GIORGIO LOTTI

IN OCCASIONE DEI SUOI 50 ANNI, IL FOTOCLUB LA FOCALE DI BUGUGGIATE PROPONE UN INCONTRO CON IL CELEBRE FOTOREPORTER GIORGIO LOTTI.
GIORGIO LOTTI, UNO DEI PIÙ CONOSCIUTI FOTOREPORTER ITALIANI, RIPERCORRERÀ LE TAPPE FONDAMENTALI DELLA PROPRIA CARRIERA, INIZIATA NEL 1957, ATTRAVERSO ALCUNE DELLE FOTO CHE LO HANNO RESO CELEBRE IN TUTTO IL MONDO. HA INIZIATO COLLABORANDO COME FREE-LANCE PER ALCUNI QUOTIDIANI E SETTIMANALI QUALI MILANO SERA, LA NOTTE, IL MONDO, SETTIMO GIORNO, PARIS MATCH.
NEL 1974, PER UN REPORTAGE FATTO IN CINA VIENE INSIGNITO, DALLA UNIVERSITY OF PHOTOJOURNALISM, COLUMBIA, DEL PREMIO THE WORLD UNDERSTANDING AWARD.
IN TALE OCCASIONE FA IL RITRATTO UFFICIALE DI ZHOU EN LAI, LA FOTO PIÙ STAMPATA AL MONDO (OLTRE CENTO MILIONI DI COPIE).
NEL 1995, NEL CORSO DEL 16° SICOF VIENE PREMIATO CON L’HORUS SICOF 1995 PER IL RUOLO SVOLTO NEL CAMPO DELLA FOTOGRAFIA ITALIANA. È STATO PREMIATO DALLA CITTÀ DI VENEZIA PER I SUOI REPORTAGE SULLA SERENISSIMA, MENTRE, NEL 1994, A MODENA, RICEVE IL PRESTIGIOSO PREMIO LETTERARIO CITTÀ DI MODENA.
ALCUNE IMMAGINI SONO CONSERVATE NEI MUSEI AMERICANI, DI TOKIO, PECHINO, AL ROYAL VÌCTORIA ALBERT MUSEUM DI LONDRA, AL CABINET DES ESTAMPES DI PARIGI, AL CENTRO STUDI DELL’UNIVERSITÀ DI PARMA, ALLA GALLERIA CIVICA DI MODENA.
GIORGIO LOTTI NEI SUOI VIAGGI INTORNO AL MONDO HA FOTOGRAFATO MOLTISSIMI PERSONAGGI, DA POLITICI COME ARAFAT A MAESTRI DELL’ARTE COME ANDY WARHOL.
YASSER ARAFAT SI AGGIUSTA LA KEFIAH, PARAGONANDO QUEL BRANDELLO DI STOFFA ALLA SUA PALESTINA. ALDO MORO SCRUTA L’ORIZZONTE. ENRICO BERLINGUER TIENE LE DITA ACROBATICAMENTE PREMUTE SULLA FRONTE. EUGENIO MONTALE SCOPPIA IN LACRIME POCHI ISTANTI DOPO LA TELEFONATA CHE GLI COMUNICA L’ASSEGNAZIONE DEL NOBEL. BERNARDO BERTOLUCCI DIRIGE L’ULTIMO IMPERATORE. LUCIO FONTANA SI ARRAMPICA SU UN ALBERO, IL VOLTO DI FELICE GIMONDI RIFLETTE IL GELO DELLO STELVIO. IL VAJONT PIANGE LE VITTIME DEL DISASTRO. E POTREMMO PROSEGUIRE A LUNGO PER CELEBRARE L’INCREDIBILE CARRIERA DI GIORGIO LOTTI.
VI ASPETTIAMO SABATO 14 SETTEMBRE 2019 ALLE ORE 21, NON MANCATE!

STEAMPUNK
DOMENICA 15 SETTEMBRE 2019 ALLE ORE 15 LA FOCALE PROPONE UN POMERIGGIO DI SET FOTOGRAFICI IN COLLABORAZIONE CON VICTORIAN STEAMPUNK LOMBARDIA NORTHERN SOCIETY.
LO STEAMPUNK È UN MOVIMENTO CULTURALE CHE ORIGINA DA UN SUO GENERE LETTERARIO FANTASCIENTIFICO, MA RISENTE ANCHE DELL’INFLUENZA DI AUTORI QUALI VERNE, H.G. WELLS, CONAN DOYLE E ALTRI.
“COME SAREBBE STATO IL PASSATO, SE IL FUTURO FOSSE ARRIVATO PRIMA”, QUESTO È IL MOTTO DELLO STEAMPUNK.
LO STEAMPUNK, QUINDI, SI PONE IN UN UNIVERSO ANACRONISTICO TARDO-VITTORIANO, NEL QUALE COMPUTER, CELLULARI, STRUMENTI COMPLESSI E MEZZI DI TRASPORTO DI OGNI TIPO SONO GIÀ STATI INVENTATI E TUTTI AZIONATI DALLA SOLA FORZA MOTRICE DEL VAPORE (STEAM IN INGLESE).
NEL MONDO STEAMPUNK, MOLTISSIMI CREANO UN PROPRIO PERSONAGGIO (SPESSO UN VERO E PROPRIO ALTER-EGO), CHE POI SVILUPPANO NEL TEMPO, E INVENTANO E SI COSTRUISCONO GLI ACCESSORI E GLI STRUMENTI CHE POI INDOSSANO O PORTANO CON SÈ.