Festival Musica Sibrii 2017, concerti per tutta l’estate

FESTIVAL MUSICA SIBRII 2017
VI Festival di Musica antica del Seprio dal 6 maggio al 10 settembre 2017 – Tutto il programma dei concerti

Festival Musica Antica del Seprio 2017-locandina
Festival Musica Antica del Seprio 2017-locandina

Organizzazione a cura dei Solisti Ambrosiani

VI «FESTIVAL MUSICA SIBRII»: NON SOLO MUSICA.
ARTE FIGURATIVA ED UNA RIEVOCAZIONE STORICA
A CASTELSEPRIO.

Si apre il prossimo 6 maggio a Varese presso la Chiesa de «La Madonnina in Prato» la rassegna organizzata da «I Solisti Ambrosiani».

«I Solisti Ambrosiani» presentano la sesta edizione della serie di appuntamenti primaverili estivi, conosciuti ormai dagli appassionati più esigenti, l’applauditissimo «Festival Musica Sibrii 2017» – «VI Festival di Musica Antica del Seprio».
Si tratta di una serie di concerti di musica antica sempre di elevata qualità interpretativa, sicuramente un “unicum” non solo nella Provincia di Varese, ma dell’intera Lombardia, tanto è vero che, il Festival, che si snoda tra maggio a settembre, è sostenuto da alcuni Comuni e da soggetti privati, valendosi di prestigiosi patrocini.
L’ Ensemble organizzatore, «I Solisti Ambrosiani», la cui direzione è volta da Tullia Pedersoli e Davide Belosio, si alternerà con formazioni ospiti.
In particolare già il Concerto di apertura attesta il “target” delle rassegna: si terrà a Varese, sabato 6 maggio ore 21.00 a Varese, presso la Chiesa della Madonnina in prato, con la prestigiosa «Accademia del Ricercare» (Lorenzo Cavasanti flauti, Luisa Busca flauti, Antonio Fantinuoli cello, Ugo Nastrucci tiorba e chitarra barocca, Claudia Ferrero clavicembalo), così come il successivo, sabato 20 maggio ore 21.00 a Gavirate, presso l’ «Auditorium» di via De Ambrosis (Biblioteca), che vedrà il soprano varesino Francesca Lombardi Mazzulli, accompagnata dall’«Ensemble Musica Perduta di Perugia».
Si tratta, quindi, come accennato, di appuntamenti di grande interesse, soprattutto per le proposte che il calendario offre dal punti di vista musicale senza dimenticare l’importanza della maggior parte dei luoghi scelti per i concerti, veri tesori d’arte che il territorio varesino, bustocco e milanese intorno all’Area del Seprio può vantare.
Ecco, nel dettaglio, gli appuntamenti.
1). Apre la rassegna il concerto intitolato “La lezione corelliana”, a cura dell’Accademia del Ricercare (6 maggio, Varese), prestigiosa compagine formata da Lorenzo Cavasanti e Luisa Busca flauti, Antonio Fantinuoli violoncello, Ugo Nastrucci tiorba e chitarra barocca, Claudia Ferrero clavicembalo.

2) A seguire, due appuntamenti con i «Solisti Ambrosiani» e l’ «Ensemble vocale femminile Musica Picta» (10 e 13 maggio), che proporranno un programma dedicato al Seicento, con particolare riguardo alla figura di Claudio Monteverdi, di cui quest’anno ricorre il 450° anniversario della nascita.

3). Si rinnova poi la felice collaborazione con il gruppo «Mvsica Perdvta», per l’occasione in formazione di quartetto, con il contributo del soprano Francesca Lombardi Mazzulli, accompagnata da Renato Criscuolo (violoncello barocco), Alberto Bagnai (clavicembalo e flauto dolce) e Vincenzo Bianco (violino barocco) a Gavirate, il 20 maggio. Il programma propone, fra le altre preziosità, la cantata «Mira lilla gentile» di G. F. Haendel, che il gruppo ha riscoperto e portato a nuova luce con una pregiata incisione discografica in prima mondiale.

4). Domenica 21 maggio, con l’appuntamento pomeridiano a Villa Oliva di Cassano, torna la collaborazione dei Solisti Ambrosiani con l’attrice Roberta Turconi in “Musica secreta”, evento che calerà il pubblico nel clima delle corti rinascimentali con musiche e poesie dell’epoca, rendendo omaggio all’antico concerto delle dame ferraresi.

5). «I Solisti Ambrosiani» saranno presenti anche il 27 maggio a Cislago, nella «Chiesa di s. Maria della neve», di recente restaurata: titolo del concerto, “Alma Redemptoris Mater”, che accosta ad alcune antifone e arie per soprano e continuo una selezione di Sonate per violino di Tomaso Albinoni.

6). Giugno ospiterà una conferenza della pittrice Elisabetta Neri, «Legnano e il Seprio: tracce dal passato e fonti d’ispirazione», venerdì 9 presso la vineria “La Polvere di Bacco”, quindi, domenica 25, un appuntamento orchestrale, in collaborazione con l’ «Accademia di musica di Olgiate Olona», dedicato al repertorio barocco orchestrale e operistico: in programma, «Le quattro Stagioni» di Antonio Vivaldi (violino solista Davide Belosio), ed una selezione di arie d’opera di Vivaldi e di Haendel (soprano Tullia Pedersoli».

7). Sabato 8 luglio, a Gornate Olona, presso il «Monastero di Torba», gentilmente concesso dal FAI, sarà la volta dell’ensemble barocco l’«Archicembalo» con “Le magnifiche sorti, e progressive…”, interessante panoramica sulle sonate per due violini e continuo nel periodo del tardo Barocco.

8). Due appuntamenti di rilievo infine per la tappa settembrina del Festival.
Entrambi gli appuntamenti si terranno pressi siti archeologici di notevole rilevanza storico culturale. Il primo, “Visioni fuggitive”, sabato 9 settembre presso il «Monastero di Cairate», oggetto di un lungo lavoro di restauro tenutosi dal 2000: si potrà ascoltare il il Trio «I Solisti Ambrosiani».
Il secondo, rinnova la collaborazione con i Comune di Castelseprio, domenica 10 settembre, per la rassegna «Sibrium Langobardorum», rievocazione storica presso il «Parco Archeologico di Castelseprio», che ha l’obiettivo di far conoscere e divulgare la storia, gli usi e i costumi che hanno contraddistinto questi territori nel periodo longobardo, rivitalizzandone l’area archeologica.

Oltre alla locandina della foto, maggiori informazioni a possono essere richieste all’indirizzo: musicasibrii@isolistiambrosiani.com — con I Solisti Ambrosiani

Testo dalla pagina Facebook dei Solisti Ambrosiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*