Festival Nature Urbane Pop Up a Varese, fino al 24 giugno

NATURE URBANE POP-UP, è una nuova rassegna culturale che, in abbinamento con l’edizione autunnale di NATURE URBANE, narra il territorio attraverso l’uso di mezzi espressivi alternativi: il teatro, la poesia, la musica, la danza. Ecco il programma degli eventi previsti a Varese dal 19 maggio al 24 giugno 2018

Sito ufficiale:  www.natureurbane.it

Gli artisti varesini Andrea Chiodi, Francesca Lombardi Mazzulli, Francesca Garolla e Marta Ciappina, accanto agli attori di Karakorum Teatro e di Teatro Periferico, mettono in scena piccoli spettacoli itineranti all’interno di 4 splendide location varesine:  Biblioteca Civica, il Castello di Masnago, Villa Mirabello e Villa Panza.

Ecco il programma in pdf (sito esterno)

SABATO 19 MAGGIO
DALLE 18.00 ALLE 19.30
BIBLIOTECA CIVICA – Via Sacco, 9
LA BIBLIOTECA AD ALTA VOCE
JUKE BOX LETTERARIO
Con Elisabetta Pozzi e Andrea Chiodi. Un pomeriggio per scoprire
come la parola scritta e la poesia possono prendere vita.
Cerca tra gli scaffali della Biblioteca civica il tuo libro preferito o
scopri nuovi testi e nuovi autori. Scegli la pagina che preferisci * e
potrai leggerla e farla leggere, commentarla e farla diventare viva,
con una delle più grandi attrici della prosa italiana. Elisabetta Pozzi
e Andrea Chiodi ti accompagneranno nella lettura dei brani e degli
autori scelti.
Interprete versatile ed intensa, la straordinaria carriera di Elisabetta
Pozzi spazia dal cinema al teatro dove ha interpretato personaggi
femminili classici, che ha anche rivisitato per avvicinarli alla
contemporaneità. Oltre ad aver recitato in vari testi shakespeariani, è stata protagonista di spettacoli di autori contemporanei. Carezzevole e feroce, dolce e sprezzante, imperiosa e sottomessa, l’artista sa portare in scena come nessuna altra la valenza drammaturgica della parola. Un talento straordinario, un ritorno attesissimo a Varese.
Il regista varesino Andrea Chiodi si forma sotto la guida di Piera Degli Esposti e di Gabriele Lavia. Dirige e collabora con alcuni grandi nomi della prosa Italiana come Lucilla Morlacchi, Ottavia Piccolo, Pamela Villoresi e altri. Vince il premio Alfonso Marietti e il Golden Graal come regista. Attualmente è assistente alla direzione artistica per la parte prosa del Lac di Lugano.
INGRESSO LIBERO SU PRENOTAZIONE FINO AD ESAURIMENTO POSTI
Le prenotazioni saranno aperte dal 16 maggio su www.natureurbane.it

SABATO 26 MAGGIO
DALLE 20.30 ALLE 22.30
MUSEO CIVICO D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
CASTELLO DI MASNAGO – Via Cola di Rienzo, 42
ALL’IMPROVVISO AL CASTELLO
DALLA MUSICA ANTICA ALLA PAROLA CONTEMPORANEA
Il Castello di Masnago, con la molteplice natura delle sue collezioni,
che spaziano dal Morazzone ad Hayez, da Pellizza da Volpedo a
Balla e Guttuso e con gli affreschi quattrocenteschi delle sue sale,
è stato pensato come luogo dove l’alchimia tra la musica e le parole,
dette e cantate, può creare un dialogo tra i visitatori, le opere d’arte
e gli ambienti stessi.
Roberto Balconi ha creato un progetto musicale, interamente dedicato al compositore tedesco Georg Friedrich Händel, che avvolgerà d’atmosfera il cortile e le sale dell’antica dimora e vedrà protagonista l’Ensemble Fantazyas accompagnato dalle voci dei soprani Carlotta Colombo e Francesca Lombardi Mazzulli, artista varesina apprezzata nel mondo, ospite d’eccezione il trombettista Gabriele Cassone.
Accanto a loro gli attori di Karakorun Teatro e di Teatro Periferico, due formazioni varesine specializzate nel teatro in spazi non convenzionali, “trasformeranno” lo spazio museale, animandolo di personaggi, ospiti “fuori contesto” e situazioni inaspettate e surreali.
Nato a Milano, Roberto Balconi ha studiato canto nella sua città natale e in Inghilterra. Il suo repertorio spazia dalla musica medievale a quella contemporanea, con particolare predilezione per il periodo barocco, affermandosi come uno dei più riusciti interpreti a livello internazionale.
Carlotta Colombo è una giovane voce di spicco nei settori della
musica barocca e del Novecento, mentre Francesca Lombardi
Mazzulli è nata e cresciuta a Varese. A Varese continua a vivere
e torna, come interprete, non appena i suoi sempre più numerosi
impegni internazionali glielo consentono.

DA VENERDÌ 15 A DOMENICA 17 GIUGNO
DALLE 9.30 ALLE 20.00
MUSEI CIVICI DI VILLA MIRABELLO – Piazza Motta, 4
SOUVENIR DI VARESE… RICORDO DI VARESE
INSTALLAZIONE TEATRALE PER VIDEO E PAROLE
Villa Mirabello, luogo simbolo per eccellenza della memoria, è
stata scelta per diventare il set di “Souvenir di Varese… ricordo
di Varese”, un progetto multimediale di Officina Orsi, che punta
a rappresentare una memoria collettiva della città costruita intorno
ai racconti dei cittadini.
Nel corso di tre giornate i varesini avranno la possibilità di
essere intervistati dall’artista Rubidori Manshaft affiancata dalla
drammaturga varesina Francesca Garolla, per raccontare la città,
luoghi e tradizioni, le sue vedute e i suoi giardini, attraverso i propri
ricordi. Ne uscirà una mappatura di Varese fatta di memorie, sguardi
e parole, suoni e immagini, frammenti e storie di vita.
Il progetto drammaturgico, ideato da Rubidori Manshaft e Paola
Tripoli, si compirà con la produzione di un lungometraggio basato
sulle interviste e presentato al pubblico il 17 e 18 novembre
prossimi.
Officina Orsi è un progetto di ricerca artistica con sede in Svizzera,
che pratica lo spazio possibile tra il teatro, le arti performative e
l’installazione, che indaga l’applicazione di nuove forme alla pratica
del teatro partecipativo. Non è solo una compagnia, ma un luogo di
incontro tra artisti di diverse nazionalità, che diventa ogni volta un
progetto, un’idea.
Un esperimento in cui il teatro diventa laboratorio collettivo,
microcosmo della società, luogo di confronto del pubblico con se
stesso come collettività.

SABATO 23 E DOMENICA 24 GIUGNO 2018
ORE 15.00 E 18.00
VILLA E COLLEZIONE PANZA – FAI – Piazza Litta, 1
TURNING_for Marta
SPETTACOLO DI DANZA
INVENZIONE Alessandro Sciarroni
INTERPRETE Marta Ciappina – MUSICA Pablo Esbert Lilienfeld
È nel luogo icona del contemporaneo, dove la luce e il colore degli
artisti americani convivono in armonia con gli ambienti antichi, che
si esibirà la danzatrice Marta Ciappina, varesina, su una coreografia
di Alessandro Sciarroni, uno dei più importanti coreografi della
scena internazionale.
TURNING_for Marta è il titolo del lavoro, creato appositamente
per NATURE URBANE POP-UP. L’artista lavora con la danzatrice
e ricostruisce alcune delle pratiche sperimentate alla Biennale di
Venezia e in altri progetti europei.
Le stanze di Dan Flavin, quasi un tempio consacrato all’elemento
luminoso, saranno parte integrante della performance che vivrà in
un dialogo continuo con lo spazio e con la musica contemporanea.
Alessandro Sciarroni è tra gli artisti italiani più apprezzati nelle grandi rassegne internazionali. A Parigi è ospite fisso del Festival d’Automne, nel 2015 ha compiuto una infinità di puntate in Europa e America. Ricorre spesso a pratiche performative prese in prestito da altre discipline.
Danzatrice e didatta, Marta Ciappina si forma a New York al Trisha
Brown Studio. Come danzatrice collabora, tra gli altri, con John
Jasperse, Luis Lara Malvacias, Ariella Vidach, Daniele Albanese.
Dal 2013 lavora come interprete per la compagnia MK guidata da
Michele Di Stefano.
INGRESSO LIBERO SU PRENOTAZIONE FINO AD ESAURIMENTO POSTI
Le prenotazioni saranno aperte dal 16 maggio su www.natureurbane.it