Herbarium al Monastero di Torba, dal 23 al 25 aprile 2022

HERBARIUM, Seconda edizione

Speciali visite guidate, passeggiate botaniche, laboratori per grandi e bambini alla scoperta delle piante officinali tra credenze popolari, tradizioni e scienza

Monastero di Torba, Gornate Olona (VA)
sabato 23, domenica 24 e lunedì 25 aprile 2022

Seconda edizione per un appuntamento tutto dedicato alle piante officinali e ai loro innumerevoli usi passati e attuali tra credenze popolari, tradizioni e scienza. Una tematica molto coerente con la storia del luogo e con le attività legate alla coltivazione di erbe medicinali e aromatiche che per secoli si sono qui svolte, che nei tre giorni verranno raccontate al pubblico grazie a eccezionali visite guidate, escursioni e laboratori tematici e artistici per grandi e bambini.

Inoltre, espositori di prodotti a tema e del territorio saranno presenti tutti e tre i giorni della manifestazione: in vendita piante da seme e da talea, prodotti cosmetici e oli essenziali a base di erbe officinali e aromatiche, tisane, infusi e liquori, e tanto altro (ecco l’elenco degli espositori: Azienda Agricola Le Officinali, Il Campo della Merla, Azienda Agricola Le Sorgenti, Lavanda Cascina Gelosia, Le erbe di Brillor, La Sauvaggette, Da Emy SS Agricola, Boniviri).

Sabato 23 alle ore 10.30 la pittrice Milena Vanoli aprirà la manifestazione con il workshop di acquerello botanico (il laboratorio sarà ripetuto lunedì, sempre alle ore 10.30), una forma d’arte nata dalla necessità di tramandare la conoscenza e l’identificazione delle piante. Sulle orme di chi anticamente andava alla scoperta delle specie vegetali, le osservava e disegnava minuziosamente su taccuini le caratteristiche degli esemplari utili per la preparazione di medicinali, si potrà esplorare la natura e dipingere con gli acquerelli le erbe officinali che si trovano al monastero. La giornata proseguirà con un approfondimento incentrato su timo, erisimo, lavanda e sambuco: alle ore 15 la farmacista Federica Barbisotti e la chimica Martina Giora illustreranno le caratteristiche, le proprietà benefiche e l’utilizzo di queste erbe nei vari ambiti.

Una passeggiata botanica con la guida ambientale escursionistica Antea Franceschin sarà in programma domenica 24 alle ore 10.30: un percorso nei dintorni del sito Unesco di Torba e Castelseprio per riconoscere le erbe e le piante del bosco del territorio. La camminata sarà arricchita da aneddoti legati al contesto dei monasteri, della vita del bosco e di come l’ambiente veniva sfruttato nel Medioevo da religiosi e popolani. Alle ore 11 protagonista dell’incontro tenuto da Sabrina Melino, chimica ed esperta di tecnologia del farmaco, sarà Ildegarda di Bingen, uno dei geni femminili della storia. Santa e dottoressa della Chiesa, nei suoi testi profetici e naturalistici ha saputo descrivere la complessità della relazione tra l’uomo e l’ambiente e indicare rimedi, come l’elisir all’assenzio, quello al prezzemolo e la galanga, in grado di curare il fisico e l’anima. Alle ore 15 il “viaggio nel tempo” continuerà sulle tracce degli antichi erbari: Antea Franceschin racconterà com’erano costruiti e condurrà un laboratorio per sperimentare l’attività di calco delle foglie e ricordare l’arte delle miniature medievali.

Lunedì 25 alle ore 11.30 una divertente proposta per i bambini, a cura di Archeologistics: dopo un momento di conoscenza del Monastero di Torba e delle caratteristiche peculiari delle principali piante officinali, i piccoli potranno indossare i panni di giovani erboristi per realizzare un preparato naturale e conoscere il tradizionale uso delle piante officinali contro i piccoli malanni. Alle ore 15 Andrea Pieroni, professore ordinario di Botanica Ambientale e Applicata dell’University of Gastronomic Sciences, dialogherà sul suo Atlante gastronomico delle Erbe (Edizioni Slow Food): un volume illustrato che svela tutti i segreti delle erbe, dai diversi nomi dialettali alle caratteristiche botaniche ed etnobotaniche, dalla stagionalità della raccolta alle note sensoriali, dalle proprietà nutraceutiche all’uso in cucina, fino alle ricette della tradizione italiana.

Nel corso dei tre giorni (sabato 23 e domenica 24 alle ore 11.30, 14 e 16; lunedì 25 alle ore 14 e 16) si susseguiranno visite guidate con focus sull’epoca medievale e contadina, a cura di Archeologistics, mentre alle ore 11.30 e 15.30 la chimica Greta Poletta inviterà i visitatori allo stand de Le erbe di Brillor per un approfondimento dedicato alle erbe aromatiche e spontanee nella pulizia: da cosa è composto un detergente convenzionale? Quali problemi derivano dall’utilizzo di formule di origine petrolchimica e come ovviarne l’utilizzo? Gli incontri verteranno su questi temi e forniranno ricette per l’autoproduzione di detergenti nella vita quotidiana.

Biglietti: intero €15; iscritti FAI, ridotto residenti, 6-18 anni e studenti 19-25 anni €6; famiglia (2 adulti e figli 6-18 anni) €36; bambini fino a 5 anni gratuito.  

La Torre di Torba insieme al Castrum di Castelseprio e alla Chiesa di Santa Maria foris portas fanno parte del sito seriale patrimonio UNESCO “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”. 

L’evento è organizzato grazie al concorso di risorse di Regione Lombardia, nell’ambito del Piano Integrato della Cultura (PIC) “Siti UNESCO e Via Francisca: percorsi culturali nel tempo. Monte San Giorgio – Valle dell’Olona – Sacro Monte”. Con il Patrocinio dei Comuni di Gornate Olona e di Castelseprio.

www.monasteroditorba.itwww.fondoambiente.it