I Gatti Spiazzati di Milano

I “GATTI SPIAZZATI” DA MILANO
A CASTIGLIONE OLONA: CONOSCIAMOLI MEGLIO, MAGARI PER ORGANIZZARE CON LORO UNO SPECIALE TOUR NELLA METROPOLI LOMBARDA!

Venerdì 15 novembre Castiglione Olona ha accolto un gruppo speciale: i membri dell’associazione Gatti Spiazzati, in gita fuori porta da Milano, insieme ad alcuni frequentatori delle loro iniziative. Niente ha scoraggiato la buona riuscita del pomeriggio: e così, attraversato un borgo bagnato da una fredda pioggerella, con i colori dell’autunno resi più suggestivi da una leggera foschia, è cominciata la visita di questa perla del Quattrocento: la Collegiata, con il suo Battistero e il Museo, e poi Palazzo Branda Castiglioni.

I Gatti Spiazzati sono nati da un gruppo di persone in difficoltà (esodati, disoccupati, senza fissa dimora che trascorrono o hanno trascorso gli ultimi anni sulla strada), frequentatori del centro diurno La Piazzetta della Caritas Ambrosiana: lì hanno avuto l’idea di costituire un’associazione per mostrare la città attraverso i loro occhi.

Svolgono attività regolamentata come APS, associazione di promozione sociale senza fini di lucro, e organizzano camminate dove tutti possono raccontare la propria esperienza, tra aneddoti e curiosità, da condividere con i partecipanti.

Tra i più apprezzati itinerari sono i percorsi “Su e Giò dal tram”. Per esempio con il tram 5 si viaggia fino al quartiere dell’Ortica. Lungo il tragitto si ascoltano brani di vita vissuta che hanno avuto per palcoscenico le piazze e le vie che si attraversano. Giunti a destinazione, il tour tocca la Balera dell’Ortica, la Chiesa dei SS. Faustino e Giovita, ma anche i murales del quartiere.

Lo scorso ottobre, per la “Notte dei senza dimora” i Gatti si sono inventati un nuovo tour: un’escursione notturna sui mezzi pubblici, con l’intento di mostrare che, sulle linee che prestano servizio tutta notte, non di rado utilizzate anche da clochard, si può viaggiare senza temere per la propria sicurezza.

Meritorio è l’impegno per rendere parlanti le pietre d’inciampo che, per le vie di Milano e d’Europa, fanno memoria dei cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti.

Significativa la collaborazione con i Servizi Educativi del Museo Teatrale della Scala e della Pinacoteca di Brera, perché alcuni “Gatti” hanno ottime conoscenze storico-artistiche e amano condividerle.

L’esperienza delle passeggiate è raccolta nel libro “I gatti di Milano non toccano terra” (61 pp, Cooperativa Oltre). Sono itinerari alternativi che raccontano una Milano vista dal basso. Si narra come si è modificata la città; si ricordano i luoghi della mala meneghina degli anni cinquanta e sessanta; si presentano alcuni grandi protagonisti della cultura milanese, ma si racconta anche la Milano solidale, come quella delle mense pubbliche e delle associazioni che aiutano i senzatetto.
Sabato 16 novembre, alle ore 11.30, nell’ambito di Milano Bookcity 2019, il libro è stato presentato presso l’oratorio di san Vittore al Campo (via degli Olivetani 3, Milano).
Si possono seguire le attività dei Gatti Spiazzati su https://www.facebook.com/gattispiazzati/.