1 dicembre a Varese, “Il fiore delle mille e una notte”: l’Oriente di Pasolini nelle fotografie di Roberto Villa.

SABATO 1 dicembre ore 21 presso la Sala Montanari a Varese: “Il fiore delle mille e una notte”: l’Oriente di Pasolini nelle fotografie di Roberto Villa.

Gli eventi sono a cura dell’associazione culturale Le vie dei Venti di Varese (link al sito ufficiale www.leviedeiventi.it)

SABATO 1 DICEMBRE 2018

L’oriente di Pasolini. “Il fiore delle mille e una notte”

nelle fotografie di Roberto Villa

Roberto Villa, fotografo e studioso di comunicazione, ha realizzato numerosi servizi fotografici per le più importanti riviste e ha collaborato con la televisione realizzando numerosi ‘caroselli’ e con la RAI su una serie di documentari.
Nel 1973 viene invitato da Pier Paolo Pasolini a fotografare le riprese del film Il fiore delle Mille e una notte, nello Yemen e in altri paesi. L’anno dopo, è sul set del film di Alberto Sordi, Finché c’è
guerra c’è speranza e realizza un ampio servizio fotografico, anch’esso conservato nel Fondo Villa della Cineteca di Bologna.
L’oriente di Pasolini il lavoro del regista italiano e della sua troupe di 35 persone nella realizzazione de Il fiore delle mille e una notte viene documentato attraverso le fotografie di Roberto Villa, che
ripercorre assieme a loro le città e i villaggi fiabeschi dello Yemen e
dell’Iran, dove fu fatta la gran parte delle riprese per circa due mesi
all’inizio degli anni settanta. Si porta così a compimento quello che
Pasolini definirà il suo “progetto più ambizioso.”
Un’opera che va “alla ricerca dei volti” immortalando facce, gente e
mestieri dell’Oriente pasoliniano e che ci presenta dei “fuori set”
attraverso immagini della troupe e degli attori durante le pause dai
lavori. Un’opera che segue Pasolini al lavoro in maniera trasparente
evidenziando quelle che sono le sue scelte, le sue intuizioni e la sua
stessa libertà creativa d’artista. Un’opera che fissa altresì i luoghi con
immagini che ripercorrono le differenti tappe toccate dal regista e
dagli attori durante i viaggi de Il fiore delle mille e una notte. Il filo conduttore che lega gli scatti di Roberto Villa è ben rappresentato sia dal rispetto di Pasolini nei confronti della cultura orientale che
dalla conseguente necessità di instaurare quel dialogo tra Oriente e Occidente che il regista stesso aveva già allora intuito essere al centro del nostro presente.
L’Oriente di Pasolini è stato presentato in numerosi Paesi in tutto il mondo.
Ingresso libero

Sabato 15 dicembre ore 21, Sala Montanari a Varese – IRIA: la guerra per procura di Giorgio Fornoni

Un grande ritorno di un personaggio che ha sempre riscosso successo presso il nostro pubblico per la sensibilità di un reporter non comune sempre in prima linea non solo nell’intervistare personaggi che sono stati protagonisti nella difesa dei diritti umani, ma anche nell’aumentare la consapevolezza della situazione ambientale nel mondo.

Tutte le serate si tengono  alle ore 21 presso la Sala Montanari (ex cinema Rivoli) di Varese, in via Dei Bersaglieri n.1

L’Associazione “Le Vie dei Venti”, nata nel 1992, è il risultato della passione per il viaggio dei suoi due fondatori, Gianluca Torrente e Giovanni Barbieri, che per anni hanno girato assieme sui mezzi più inconsueti.
Il desiderio di poter trasmettere la propria passione attraverso il racconto di persone che hanno fatto del viaggiare una propria filosofia di vita e non una professione, ha portato inevitabilmente alla creazione di un’associazione quale “suk” ove le immagini si intrecciano alla forza della narrazione.

L’intento è di avvicinare al resto del mondo tutto coloro che ci seguono proponendoci quale alternativa al mezzo televisivo che spesso ha il difetto di inebriarci di tante immagini senza farci riflettere attraverso la forza del racconto.

In futuro, si tenterà sempre più di dar voce anche agli altri ovvero agli stranieri che risiedono nel nostro Paese e che possono completare attraverso il proprio vissuto, il racconto delle tante tradizioni che caratterizzano ciascuna regione del mondo.

Particolare attenzione viene rivolta alla geopolitica attraverso la collaborazione con prestigiose riviste del settore e con affermati reporter e all’ambiente, elemento che dovrebbe necessariamente coniugarsi con il viaggio.

Chi sono Gianluca Torrente e Giovanni Barbieri, fondatori dell’associazione Le Vie dei Venti

Gianluca, insegnante e appassionato soprattutto di Ex-Unione Sovietica ed Asia Centrale percorsi sin all’estremo nord della Siberia, e Giovanni, responsabile della segreteria dell’Università di Varese ed entusiasta in particolare di Cina e Sud-Est Asiatico, pur viaggiando oggi separatamente, continuano a condividere la stessa passione.