Sana’a e la notte, alle Vie dei Venti (evento del 13/5/22)

Le serate organizzate dall’associazione Le Vie dei Venti, tra viaggi e fotografia d’autore. Ecco il prossimo evento, a ingresso gratuito.

Gli eventi sono a cura dell’associazione culturale Le vie dei Venti di Varese (link al sito ufficiale www.leviedeiventi.it)

 Venerdì 13 maggio alle ore 21 presso la Sala Montanari a Varese
Sana’a e la notte – Il tempo fra l’incanto e la distruzione – Elena Dak

La narrazione della bellezza di Sana’a prima e durante la guerra. La città che incarna le atmosfere delle Mille e una notte, ora nel buio della guerra, raccontata da una scrittrice che l’ha amata e vissuta a lungo in tempo di pace.

L’Arabia Felix di antica memoria oggi è un paese in guerra e in preda alla più grave crisi umanitaria del pianeta. Lo Yemen e Sana’a, la capitale simbolo della sua storia e della sua bellezza, sono in balia della violenza di ogni fazione.
Sana’a seppure stremata resiste e si sforza di rincorrere una quotidianità fatta di cose normali, le stesse del tempo di pace.
Elena “Dak” è antropologa, guida sahariana e scrittrice. Elena ( Dacome all’anagrafe) ha tenuto diversi seminari e lezioni presso Ca’ Foscari e la Bicocca, oltre che conferenze per il festival di antropologia Dialoghi sull’uomo e corsi on line in antropologia del nomadismo. Due suoi libri sono stati scelti per un corso di laurea in letteratura italiana contemporanea a Cà Foscari. Da anni è impegnata in campagne di ricerca presso popolazioni di pastori nomadi, ed è questo il suo ambito privilegiato di studio. È autrice di La carovana del sale (Corbaccio, 2007), Io cammino con i nomadi (Corbaccio, 2016), Sana’a e la notte ( Poiesis editore 2019), e Ancora in Cammino. In viaggio con i nomadi Rabari del Gujarat ( insieme a Bruno Zanzottera, Crowdbooks 2020). Collabora con la rivista Africa ed Erodoto108. Ha tenuto in ottobre 2018 una Ted Talk a Milano. Tiene corsi di antropologia e letteratura per La forma del libro di Padova e corsi di scrittura di viaggio per Benbow scrittura e narrazione.

———————————–

L’Associazione “Le Vie dei Venti”, nata nel 1992, è il risultato della passione per il viaggio dei suoi due fondatori, Gianluca Torrente e Giovanni Barbieri, che per anni hanno girato assieme sui mezzi più inconsueti.
Il desiderio di poter trasmettere la propria passione attraverso il racconto di persone che hanno fatto del viaggiare una propria filosofia di vita e non una professione, ha portato inevitabilmente alla creazione di un’associazione quale “suk” ove le immagini si intrecciano alla forza della narrazione.

L’intento è di avvicinare al resto del mondo tutto coloro che ci seguono proponendoci quale alternativa al mezzo televisivo che spesso ha il difetto di inebriarci di tante immagini senza farci riflettere attraverso la forza del racconto.

In futuro, si tenterà sempre più di dar voce anche agli altri ovvero agli stranieri che risiedono nel nostro Paese e che possono completare attraverso il proprio vissuto, il racconto delle tante tradizioni che caratterizzano ciascuna regione del mondo.

Particolare attenzione viene rivolta alla geopolitica attraverso la collaborazione con prestigiose riviste del settore e con affermati reporter e all’ambiente, elemento che dovrebbe necessariamente coniugarsi con il viaggio.

Chi sono Gianluca Torrente e Giovanni Barbieri, fondatori dell’associazione Le Vie dei Venti

Gianluca, insegnante e appassionato soprattutto di Ex-Unione Sovietica ed Asia Centrale percorsi sin all’estremo nord della Siberia, e Giovanni, responsabile della segreteria dell’Università di Varese ed entusiasta in particolare di Cina e Sud-Est Asiatico, pur viaggiando oggi separatamente, continuano a condividere la stessa passione.