Le iniziative di Officinambiente, tra natura e conoscenza (fino al 30/6/19)

Officinambiente e le sue “Uscite Narranti”, ecco gli appuntamenti del calendario  di primavera valido fino al 30 giugno 2019

07 Aprile : Il mondo di Guido Morselli fino al laghetto Motta d’Oro
La “casina rosa” : il buen retiro dello scrittore.
Potremo godere di un belvedere immerso nel
Parco Campo dei Fiori. Il laghetto Motta d’Oro la
nursery dei rospi. Rientro con spettacolari panorami.
Ore 15:00 Parco Morselli a Gavirate lungo SS394 (VA)
Durata 3h circa.

14 Aprile: Villa Las Portenas e il Faggio monumentale
Velate ci riserva come sempre sorprese uniche. Il
nucleo antico delle Cà Nuove e la villa Las Portenas
dall’esotico nome. Punto di partenza per immergerci
nel Parco Campo dei Fiori sotto le fronde del Faggio
monumentale.
Ore 15:00 Parcheggio Cimitero di Velate Varese
Durata 3h circa.

28 Aprile: Dal Castello di Frascarolo al Montallegro di Induno O.
Domina da secoli l’ingresso della Valganna. Quale
dei Borromeo sarà veramente nato lì? Bellezze
naturali e artistiche di una terra che per alcuni anni
ha fatto parte del comune di Varese.
Ore 15:00 Parcheggio via F. Negri Induno Olona (VA)
Durata 3h circa.

05 Maggio: Dalla chiesa dell’Immacolata alle marmitte dei giganti
E’ la prima chiesa sulla via Sacra e segna l’inizio del
percorso di devozione. Passando dall’ex fornace di
calce a Velate arriviamo alle Marmitte dei Giganti.
Speriamo che l’aglio orsino sia fiorito e biancheggi
nel verde del sottobosco!
Ore 15:00
Parcheggio piazzale Montanari
(VA)
Durata 3h circa.

12 Maggio : Parco Mirabello e giù fino al Gaggiano e Gaggianello
Territorio di Casbeno. Scendiamo fino al Gaggiano.
Qui dimorava un grande varesino: Gerolamo Garoni
imprenditore e sindaco. La campagna solatia ospitò
una colonia elioterapica nel ventennio…ricordate?
Ore 15:00 Piazza Motta ingresso Giardini Pubblici Varese
Durata 3h circa.

19 Maggio: Il “Castello Manfredi” e Santa Maria della Gioia
Era una “Bettola” un tempo rifugio dei viandanti. La
bellissima e modernissima chiesa di Santa Maria
della Gioia. La vecchia fermata di interscambio del
tram Luino-Valganna e ancora prati e boschi in città.
Ore 15:00 S.Maria della Gioia via Montello Varese
Durata 3h circa.

09 Giugno: La Linea Cadorna nei boschi di Masciago Primo
Anello escursionistico nei boschi. Il masso erratico
Sass della Rossera, le Sorgenti pietrificanti, un tratto
della linea Cadorna con tunnel e trincee da scoprire.
Questo percorso è stato intitolato a Salvatore Furia.
Ore 15:00 Park Cimitero (SP11) Masciago Primo (VA)
Durata 3h circa.
Portate la torcia.

30 Giugno: Alla scoperta delle Ville Liberty del Campo dei Fiori
Le ville Edera, De Grandi e Mercurio sull’onda della
creatività dell’architetto Sommaruga. Un ambizioso
progetto turistico che é stato bruscamente interrotto
dalla Grande Guerra.
Ore 15:00 Piaz.le Pogliaghi S.ta Maria del Monte Varese
Durata 3h circa

Con il patrocinio del Comune di Varese
Le Uscite Narranti avranno luogo anche in caso di pioggia
Obbligatoria iscrizione all’associazione OfficinAmbiente da
effettuare in loco o tramite sito internet www.officinambiente.org
Info chiamare Tiziana +393477885147 Daniela +393393133438


Vuoi vedere qualche foto delle uscite narranti? Qui trovi una piccola gallery del percorso ad anello tra Cartabbia e Capolago effettuato domenica 2 aprile 2017 .

 


Cosa fa l’associazione OfficinAmbiente

OfficinAmbiente è un’associazione attiva nell’ambito ambientale, divulgativo e ricreativo, che si propone di diffondere e promuovere la conoscenza della natura, dell’ambiente e del territorio tra bambini, scuole, famiglie, giovani, gruppi, adulti ed enti, operando prevalentemente nel territorio Insubrico e nei suoi dintorni.

L’idea di OfficinAmbiente nasce nel 2016 dall’incontro di Andrea, Barbara, Cecilia, Daniela, Lorenzo e Tiziana, che uniscono le loro forze e competenze per un importante progetto condiviso: www.officinambiente.it promuovere la conoscenza del territorio e dell’ambiente, le sue tradizioni e le sue storie, e avvicinare grandi e piccini alle meraviglie naturali, paesaggistiche, artistiche e storiche che ci circondano, rendendoli consapevoli e partecipi della bellezza dei luoghi in cui viviamo, delle loro potenzialità e, al momento stesso, delle loro fragilità.