Le marcite, patrimonio culturale e storico del Parco del Ticino

Durante l’inverno, grazie ad un continuo e preciso lavoro dell’agricoltore con il suo badile, un sottile velo d’acqua scorre sul manto erboso di particolari prati preparati e sistemati ad arte, impedendo il formarsi del gelo: l’erba continua a crescere ed il prato non smette mai di vivere. Questa è la marcita!

La coltura delle marcite è un vero e proprio patrimonio culturale, storico, scientifico, tutelato dal Parco lombardo della valle del Ticino.
La marcita, che permette di produrre erba fresca per i bovini tutto l’anno, è un ecosistema capace di ospitare erbe, insetti ed uccelli di pregio per la conservazione della natura. Testimone vivente di un’agricoltura antica nata nel medioevo, ancora stupefacente oggi per la sua efficienza e genialità.
Ecomuseo vivo perché presente sul territorio, segno di un sistema di paesaggio unico e affascinante, di un patrimonio di manufatti e tecniche ancora in uso, fino alla spettacolarità del “miracolo nivale”, quando i prati spiccano nel loro verde smeraldo sotto le nevicate invernali grazie all’azione dell’acqua di fontanile calda in inverno e fresca in estate.

Mostra sulle marcite  realizzata a febbraio 2018 al Parco del Ticino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.