Thonet, la rivoluzione del legno curvo al Battistero di Velate (fino al 1/11)

THONET. LA RIVOLUZIONE DEL LEGNO CURVO, a cura di Carla Tocchetti
Varese, Battistero di Velate, dal 17.10.2020 al 1.11.2020 (sabato e domenica a ingresso libero soggetto a normativa anti-Covid, da martedì a venerdì su prenotazione)

Seconda tappa di “Immaginari“, il programma culturale di Beautiful Varese International Association dedicato alle interconnessioni tra Arte e Scienza, la mostra “Thonet. La rivoluzione del legno curvo” porta per la prima volta in esposizione a Varese una selezione di rare sedute e altri oggetti prodotti tra la metà del 1800 e il 1904 dall’azienda tedesca Thonet.

La mostra, a cura di Carla Tocchetti, è realizzata attraverso un prestito della Famiglia De Bortoli, e articolata in un programma espositivo e documentario che permette di toccare con mano anche la nascita di una tecnica innovativa, la curvatura del legno massello che Michael Thonet perfeziona a metà ‘800, e che apre la strada alla fabbricazione di sedute in serie.

“Thonet. La rivoluzione del legno curvo” partecipa al programma “Immaginari 2020. Arte e Scienza” organizzato da Beautiful Varese International Association e patrocinato dal Comune di Varese all’interno del Bando Cultura 2020, dall’ Università degli Studi dell’Insubria e Centro di Ricerca sulla Storia dell’Arte Contemporanea (CRiSAC) dello stesso Ateneo, dall’ Ordine degli Architetti della Provincia di Varese, da Confartigianato Varese, dal Centro Culturale di European Joint Research Center, Ispra (VA), dal Parco Regionale del Campo dei Fiori all’interno del programma InsubriPark, dalla Comunità Pastorale Maria Madre Immacolata. Si ringraziano per la collaborazione: NDB Narciso de Bortoli, Sedia Elite e in particolar modo la Fondazione Comunitaria del Varesotto per il contributo alla realizzazione del programma all’interno del progetto “Punti cardinali per ripartire” selezionato nel Bando Arte e Cultura 2020.

L’ esposizione sarà organizzata in modalità phygital: l’introduzione della curatrice della mostra e il contributo del dr. Massimiliano Ferrario, Responsabile scientifico del Centro di Ricerca sulla Storia dell’Arte Contemporanea (CRiSAC), Dipartimento di Scienze Umane e dell’Innovazione per il Territorio (DiSUIT), Università degli Studi dell’Insubria (Varese-Como), saranno disponibili in video. I video, realizzati in collaborazione con Franco Cavalleri Comunicazione, saranno proiettati sul monitor di sala e contemporaneamente su web a partire dal giorno di apertura e durante tutti i giorni della mostra (sabato e domenica aperture garantite dalle 10 alle 13, e dalle 15 alle 18; infrasettimanalmente su prenotazione alla mail battisterodivelate@gmail.com). L’evento osserva le prescrizioni DPCM obbligatorie: sanificazione ambientale, obbligo uso mascherine, rilievo della temperatura all’ingresso, distanziamento e limite massimo 10 persone all’interno. Sarà disponibile una brochure di sala con contributi di Davide Galli, presidente Confartigianato Varese (“I De Bortoli, Cento Anni di Impresa”) e Daiana e Valentina di Gaspero, Sedia-Elite (“L’Arte della curvatura del legno”).

Battistero di Velate