Pista ciclabile di Cannobio, ballando sul ponte

18 km ad anello, tra boschi e bei scorci sul fiume, che permettono di avere un assaggio di quella che è la Valle Cannobina che si apre alle spalle dell’abitato: questa è la pista ciclopedonale di Cannobio, percorribile in tutti i mesi dell’anno.

Il sentiero  che abbiamo percorso noi, inizia e finisce al centro del paese ed è in parte su asfalto e in parte su sterrato, ragione per cui è preferibile percorrerlo con una mountain bike oppure a piedi o una bici comunque robusta.

Si può partire anche dal centro storico, percorrendo la via Umberto I che diventa in seguito via Antonio Giovanna e poi, svoltando a destra, via San Rocco.

Dopo un breve tragitto tra le tante villette con giardino, si arriva direttamente di fronte al Ponte Ballerino, dove c’è anche un bar ristorante con i tavolini all’aperto.

Ponte Ballerino di Cannobio

Il ponte Ballerino è una passerella sospesa sul torrente, lunga 63 metri, chiamata così per il caratteristico dondolio che la contraddistingue, al pari di un ponte tibetano. Il ponte pensile venne fatto costruire nel 1933 per volontà degli stessi cittadini, che ben volentieri parteciparono alle spese di costruzione insieme al Comune. Prima del ponte, la gente attraversava il fiume attraverso un guado provvisorio, rischiando la vita: proprio per questo motivo, si decise di realizzare una struttura più robusta.
Di recente il ponte è stato ricostruito e risanato mediante la sostituzione e il raddoppio delle funi portanti e un nuovo piano di calpestio, e reso più sicuro mediante nuove e più alte barriere laterali.
Sui tiranti delle barriere laterali sono appesi “i lucchetti dell’amore”: segno che il posto è considerato estremamente romantico per molte giovani coppie.

Gli innamorati possono appendere un lucchetto a simbolo del loro eterno amore…un gesto molto romantico!

Ci sono diverse spiagge lungo il torrente Cannobino, lo sapevate?

Attraversato il ponte, ha inizio un percorso vita e, dopo una camminata di circa mezz’ora in mezzo ai boschi, costeggiando il torrente Cannobino – sul greto del torrente ci sono diverse spiaggette di ghiaia bianca – si arriva all’Orrido di Sant’Anna. Da qui , si può prendere la pista ciclabile e passare attraverso la Fonte dell’Acqua Carlina oppure tornare, per la stessa strada, al ponte Ballerino, e scegliere la deviazione che consente di raggiungere, in circa 15 minuti a piedi, il Lido di Cannobio, passando attraverso il Parco Cartiera dove c’è il parco giochi e diversi tavoli per fare i pic-nic.

La passeggiata è davvero semplice e alla portata di tutti. Ci potete portare i bambini in bicicletta o anche nel passeggino: solo l’ultimo tratto di strada, che porta all’Orrido e alla Chiesetta di Sant’Anna, è ripido e a scale, dunque la bicicletta dovrà essere condotta a mano.

Ecco qualche foto che abbiamo fatto durante la nostra escursione lungo la pista ciclabile di Cannobio per arrivare all’Orrido di Sant’Anna