1984 di George Orwell: un libro che fa aprire gli occhi

1984 è un libro sempre attuale che tutti i giovani dovrebbero leggere. Non so se sia una lettura consigliata nelle scuole superiori, per quanto mi riguarda sarà sicuramente un regalo che faccio a mia figlia quando ha 16 anni.

Nello scenario apocalittico di una Londra assediata dalla dittatura del Partito e dalla onnipresente figura del Grande Fratello, Winston Smith trova il coraggio per scrivere un diario, consapevole di poter essere incolpato di psicoreato. Poco dopo incontra Julia con la quale può finalmente esprimere le sue idee e vivere una straordinaria storia d’amore.
A fare da sfondo alla vicenda è una società annichilita dal Potere, appiattita dalla mancanza di spirito critico, abbruttita dall’istinto. Una classe governa l’intera popolazione usando la forza, manipolando l’opinione, vaporizzando chi “vede le cose e le sa esprimere con troppa chiarezza”.
Le trovate di Orwell sono spettacolari e si adattano perfettamente alla nostra epoca, pure se scritte più di sessanta anni fa, perché fanno riferimento al potere sempiterno della propaganda, dei media e del linguaggio.


► Pensi che abbiamo gli stessi gusti in fatto di libri? clicca qui per vedere tutte le recensioni dei libri che mi sono piaciuti


Nella dittatura in cui vive Winston nei Due Minuti d’Odio tutti fanno le stesse cose e si sfogano allo stesso modo, contro un unico nemico, con una violenza cieca e irrazionale a cui non ci si può sottrarre. Ci sono sgobboni che non si domandano la ragione di nulla, non esistono dolori profondi e complessi, il passato viene “messo al corrente” ovvero i documenti del passato sono costantemente modificati per assecondare il presente (non sono falsificati ma “corretti”).
Viene imposta la neolingua, l’unica lingua il cui vocabolario si assottiglia ogni anno di più (“se c’è una parola come buono, a che serve una parola come cattivo? La parola sbuono servirà altrettanto bene, se non meglio…), il matrimonio è ammesso solo se ha come scopo quello della procreazione e di conseguenza il desiderio sessuale è uno psicoreato.

Frasi memorabili @Mondadori

La cosa più terribile dei Due Minuti d’Odio non insisteva tanto nel fatto che bisognava prendervi parte, ma, al contrario, proprio nel fatto che non si poteva trovar modo di evitare di unirsi al coro delle esecrazioni.

In un certo modo, i principi del Partito venivano imposti con totale successo soprattutto su quegli individui che erano assolutamente incapaci di comprenderli. .(….) Per mancanza di comprendonio, essi restavano perfettamente ragionevoli.

1984
George Orwell
Traduzione di Gabriele Baldini
Ed. Mondadori, Milano, 1952 (1 ed. 1949)
328 pp.


Genere romanzo
Citazioni letterarie
Citazioni musicali
Ambientato a Londra nel 1984
In poche parole è un libro che fa aprire gli occhi

► Compra 1984 su Amazon per leggerlo subito!