Spiagge Bandiera Blu sul Lago Maggiore, un sogno realizzato!

Una spiaggia Bandiera Blu è una spiaggia “certificata”, vale a dire controllata periodicamente al fine di rispettare determinati standard di purezza microbiologica. Il Lago Maggiore è l’unico lago italiano ad avere ben 3 spiagge Bandiere Blu lungo il suo bacino e si trovano tutte sulla sponda piemontese: ad Arona, Cannero e Cannobio. 

Per fregiare le spiagge del titolo di “Bandiera Blu”, i Comuni proprietari si devono assumere l’obbligo di aggiornare costantemente i dati analitici per garantire ai residenti e agli ospiti un salutare soggiorno. Nello specifico, per rispettare i parametri imposti dalla Foundation for Enviromental Education (FEE), gli enti proprietari devono rendere pubblici i dati rilevati, affiggendo in bacheca i risultati delle analisi e diffondendoli anche sui siti internet.

In effetti, se andate sul sito www.bandierablu.org, potete vedere tutte le spiagge classificate come tali divise regione per regione, dove troverete anche il Piemonte meritevole di ben 3 Bandiere Blu:

VERBANO-CUSIO-OSSOLA

1. Cannero Riviera – Spiaggia Lido (link alla scheda della spiaggia con più di 30 foto)

2. Cannobio – Spiaggia Lido

NOVARA

3. Arona – Rocchette – Lido Nautica

Nel dettaglio, per vedere la qualità delle acque della singola spiaggia, basterà navigare nelle pagine dei siti dei singoli comuni.

Per la spiaggia di Cannero bisogna visitare il sito http://www.comune.cannero-riviera.vb.it

Per la spiaggia di Cannobio il sito da consultare è questo: https://www.cannobio.net/

Mentre per la spiaggia di Arona delle Rocchette il link è il seguente: http://www.comune.arona.no.it

Bisogna dare atto che sta all’impegno delle singole amministrazioni comunali l’aver raggiunto questo importante traguardo negli ultimi anni.  Sul sito ufficiale del Comune di  Arona leggiamo  che:

“Il tanto ambito riconoscimento da parte della Fondazione per l’Educazione Ambientale (FEE Italia) è il frutto di tutti gli importanti interventi in ambito ambientale che l’attuale Amministrazione ha messo in atto dall’inizio del proprio mandato nel 2010, tra cui l’allacciamento alla rete fognaria di 300 famiglie, gli interventi agli scarichi del Torrente Vevera e del Rio Arlasca, il rifacimento di tutte le condutture di scarico di Lungolago Marconi, l’introduzione del sacco conforme che, nel 2018, ha portato a superare la soglia del 83% di raccolta rifiuti differenziata in Città, la pedonalizzazione di buona parte del centro cittadino per ridurre le emissioni atmosferiche, l’estensione delle piste ciclabili, l’introduzione di contributi per la rimozione di coperture in amianto dagli edifici, la sensibilizzazione dei cittadini e dei giovani con incontri e iniziative”.

Una spiaggia Bandiera Blu non è semplicemente una spiaggia che offre delle acque pulite, ma anche degli standard di qualità che vanno dalla sorveglianza ai bagnanti alla presenza di docce e servizi igienici e altro ancora.

Ecco il regolamento per diventare una spiaggia Bandiera Blu (dal sito www.bandierablu.org)

Criteri internazionali per le spiagge

Legenda: (I) = criteri imperativi (G) = criteri suggeriti

Una spiaggia può ottenere la Bandiera Blu se è ufficialmente designata come area di balneazione a livello nazionale (o internazionale) con almeno un punto di campionamento per le analisi delle acque di balneazione. Il nome e i confini della spiaggia seguono quelli ufficiali nazionali. La spiaggia deve avere i servizi necessari e gli standard in conformità ai criteri Bandiera Blu e rispondere a tutti i requisiti indicati con la lettera I (imperativi) e possibilmente al maggior numero dei requisiti indicati con la lettera G (guida). In ogni località Bandiera Blu, dovrà essere individuato un referente, per trattare le questioni concernenti il Programma. La spiaggia deve essere accessibile per un’ispezione non annunciata da parte della FEE.

EDUCAZIONE AMBIENTALE E INFORMAZIONE

spiaggia

Informazioni sul Programma Bandiera Blu ed altri eco-label FEE devono essere affisse (I)

Un minimo di 5 attività di educazione ambientale devono essere offerte ogni anno. Attività di educazione ambientale devono essere offerte e promosse ai bagnanti (I)

Informazioni sulla qualità delle acque di balneazione devono essere affisse (I)

Informazioni relative a ecosistemi locali, elementi naturali e siti culturali devono essere affisse (I)

Mappa della spiaggia, con indicazione dei servizi, deve essere affissa (I)

Codice di condotta relativo alla normativa vigente sull’uso della spiaggia e delle aree circostanti deve essere affisso (I)

QUALITA’ DELLE ACQUE

La spiaggia deve rispettare pienamente i requisiti di campionamento e frequenza relativamente alla qualità delle acque di balneazione (I)

La spiaggia deve rispettare pienamente gli standard ed i requisiti di analisi relativamente alla qualità delle acque di balneazione (I)

Conformità alle Direttive sul trattamento delle acque reflue e sulla qualità delle acque di scarico. Nessuno scarico di acque reflue (urbane o industriali) deve interessare l’area della spiaggia (I)

La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per i parametri microbiologici relativamente a Escherichia coli (Coliformi fecali) e agli Enterococchi intestinali (Streptococchi) (I)

La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per parametri fisici e chimici (oli e materiale galleggiante) (I)

GESTIONE AMBIENTALE

spiaggia

L’Autorità Locale / Operatore balneare dovrebbero istituire un Comitato di gestione della spiaggia (G)

L’Autorità Locale / Operatore balneare devono rispettare tutte le normative relative alla ubicazione e al funzionamento della spiaggia (I)

Le aree sensibili vicino ad una spiaggia Bandiera Blu devono essere gestite per garantire la conservazione e la biodiversità degli ecosistemi marini (I)

La spiaggia deve essere pulita (I)

Vegetazione algale o detriti naturali devono essere lasciati sulla spiaggia (I)

Sulla spiaggia devono essere disponibili cestini per i rifiuti in numero adeguato che devono essere regolarmente mantenuti in ordine (I)

Sulla spiaggia devono essere disponibili contenitori distinti per la raccolta differenziata (I)

Sulla spiaggia deve essere presente un adeguato numero di servizi igienici o spogliatoi (I)

I servizi igienici o spogliatoi devono essere mantenuti puliti (I)

I servizi igienici o spogliatoi devono avere lo smaltimento controllato delle acque reflue. Le acque di scarico devono essere allacciate al sistema fognario o recapitate in contenitori a tenuta stagna da svuotare in maniera appropriata (I)

Sulla spiaggia deve essere fatto rispettare il divieto di campeggio, di circolazione ad autoveicoli o motoveicoli e deve essere proibito ogni tipo di discarica (I)

L’accesso in spiaggia di cani e di altri animali domestici deve essere strettamente controllato (I)

Tutti gli edifici e le attrezzature della spiaggia devono essere mantenuti in buono stato (I)

Gli habitat marini e lacustri (come la barriera corallina o le praterie di posidonia) presenti in prossimità della spiaggia devono essere monitorati (I)

Mezzi di trasporto sostenibili devono essere promossi nell’area circostante la spiaggia (G)

SERVIZI E SICUREZZA

Un numero adeguato di personale di salvataggio e/o attrezzature di salvataggio deve essere disponibile sulla spiaggia (I)

L’equipaggiamento di primo soccorso deve essere disponibile sulla spiaggia (I)

Piani di emergenza per i casi di inquinamento o rischio per la sicurezza ambientale devono essere predisposti (I)

Deve essere prevista la gestione di diverse utenze e differenti usi della spiaggia in modo tale da prevenire conflitti e incidenti (I)

Misure di sicurezza per la tutela dei bagnanti devono essere attuate e deve essere garantito libero accesso al pubblico (I)

Una fonte di acqua potabile deve essere disponibile sulla spiaggia (G)

Almeno una spiaggia Bandiera Blu per ogni Comune deve avere accesso e servizi per disabili fisici (I)