Varese Archeofilm, dal 6 al 9 settembre a Varese, per scavare nel passato

Prima edizione di Archeofilm, festival internazionale del cinema di archeologia, arte, ambiente e tecnologia, dal 6 al 9 settembre 2018.  Presso i Giardini Estensi di Varese  si potranno vedere film a tema con il commento di esperti e appassionati. Ecco il programma. 

Sito ufficiale:  www.museocastiglioni.it

Scarica il programma in pdf (link esterno)

PROGRAMMA DI VARESE ARCHEOFILM

Giovedì 6 Settembre 2018 h. 20.30-23.00

Alla scoperta del tempio di Amenophis III

Nazione: Francia Regia: Antoine Chéné
Durata: 52’ Anno di Produzione: 2017 Lingua: italiano
A Luxor, i colossi di Memnone, segnano l’ingresso del maestoso tempio di Amenophis III. A
partire dall’inizio degli anni 2000, una équipe internazionale ha ridato vita a questo tempio, di
cui, a parte i due colossi, ben poco era rimasto visibile. Seguiamo, insieme a tutta la squadra di
archeologi, le grandi tappe di questa impresa, filmata a partire dal 2004, e prendiamo dunque
consapevolezza del carattere grandioso di questo tempio, costruito da un faraone durante il suo
regno pacifico e prospero.

Indagini archeologiche. Persepoli, il paradiso persiano
Nazione: Francia Regia: Angès Molia, Raphaël Licandro
Durata: 26’ Anno di produzione: 2017 Lingua: italiano
Sugli altopiani iraniani si trova la culla di una delle più grandi civiltà di costruttori dell’antichità:
i Persiani. Qui hanno edificato un capolavoro di architettura: Persepoli. Fino a oggi, si pensava
che il sito si limitasse alla sua terrazza imponente, utilizzata dai re persiani solo qualche mese
all’anno. Ma le recenti scoperte rivelano uno scenario completamente diverso, quello di una città
tra le più ricche del mondo antico: un Eden tra le montagne persiane.

Incontro/intervista con Alessandro Roccati
Professore Emerito di Egittologia e socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino,
già direttore della Missione Archeologica Italiana in Egitto e Sudan.

Indagini in profondità. Il naufragio del Francesco Crispi

Nazione: Francia Regia: Guilain Depardieu, Frédéric Lossignol
Durata: 26’ Anno di produzione: 2017 Lingua: italiano
Aprile 1943. Il “Francesco Crispi”, un piroscafo di 7600 tonnellate, nave ammiraglia dei mercantili
italiani, riconvertito dalla Marina militare, lasciò Genova per raggiungere la Corsica. A bordo
c’erano armi, munizioni e soprattutto un’unità militare di 1300 uomini. Lungo la rotta, il Crispi
incrociò il sottomarino britannico HSM Saracen, che sganciò due missili. Lo affondò in pochi
minuti. Più di 900 uomini persero la vita. Nonostante numerosi studi, il relitto della nave non è
stato mai trovato…

Venerdì 7 Settembre 2018 h. 20.30-23.00

Il misterioso vulcano del Medioevo
Nazione: Francia Regia: Pascal Guérin
Durata: 52’ Anno di produzione: 2017 Lingua: italiano
Il film mette in primo piano il lavoro minuzioso di ricerca, perseveranza, collaborazione e
intuizione, degli scienziati che hanno dedicato tanti anni alla ricerca di questo misterioso
vulcano. Questa scoperta sarebbe fondamentale per comprendere come le eruzioni vulcaniche,
hanno trasformato il clima del pianeta e gli ecosistemi in cui viveva la società…

Incontro/intervista con Giuseppe Armocida

Medico, storico italiano, già docente dell’Università dell’Insubria. Figura di rilievo della storia della
medicina, è stato per oltre vent’anni Presidente della Società Italiana di Storia della Medicina.

Carri cinesi. All’origine del primo impero
Nazione: Inghilterra Regia: Julia Clark
Durata: 52’ Anno di produzione: 2017 Lingua: Italiano
Per più di mille anni i carri da guerra hanno imperversato sui campi di battaglia della Cina antica,
simboli di una tecnica militare che qui si è sviluppata prima che nel resto del pianeta, e che
ha contribuito a unificare la nazione cinese. Grazie alle più recenti scoperte archeologiche e
alla ricostruzione di un carro, verificata attraverso alcuni testi antichi, scopriremo come i Cinesi
hanno messo a punto tale sofisticato mezzo di combattimento.

Sabato 8 Settembre 2018 h. 20.30-23.00

Iceman Reborn
Nazione: USA Regia: Bonnie Brennan
Durata: 53’ Anno di produzione: 2017 Lingua: italiano
Assassinato più di 5.000 anni fa, Otzi, la più antica mummia umana sulla Terra, è portata alla vita e
preservata con la modellazione 3D. Adesso, recentissime scoperte fanno luce non solo su questo
misterioso uomo antico, ma sugli albori della civiltà in Europa.

Incontro/intervista con Raffaele De Marinis
Già Ordinario di Preistoria e Protostoria dell’Università degli Studi di Milano. Past President e
membro del Consiglio Direttivo dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria di Firenze. Già
membro corrispondente dell’Istituto Nazionale di Studi Etruschi e Italici.

La casa dei dirigibili. L’Hangar di Augusta tra passato e presente
Nazione: Italia Regia: Lorenzo Daniele
Durata: 45’ Anno di produzione: 2017 Lingua: Italiano
L’Hangar per dirigibili di Augusta è un monumento di archeologia industriale unico nel panorama
architettonico internazionale. Tra i primi edifici in Italia realizzati interamente in cemento armato,
la sua costruzione cominciò per esigenze militari nel 1917 e si concluse nel 1920, quando la
Prima Guerra Mondiale era ormai terminata e l’utilizzo dell’aerostato per fini bellici era stato
sostituito dall’idrovolante.


PROIEZIONI FUORI CONCORSO

Domenica 9 Settembre 2018  h. 20.30-23.00

I pozzi cantanti dell’Etiopia

Regia: Alfredo e Angelo Castiglioni Anno: 2009 Durata: 40’
Tutti i popoli pastori dell’Africa hanno elaborato un sistema
di approvvigionamento dell’acqua. Un esempio di perfetta
organizzazione del lavoro per questo scopo si poteva
vedere, fino a pochi anni fa, tra i Borana, una popolazione
del sud dell’Etiopia. Una catena umana di quindici, venti
persone portava l’acqua da trenta metri di profondità fino in
superfice con un ritmo crescente in funzione degli animali
che attendevano il loro turno per abbeverarsi. Gli “Abe Ella” –
“i padri dei pozzi” – scandivano il ritmo del lavoro con il loro
canto. Una vera e propria “fabbrica dell’acqua”

Incontro/intervista con
Angelo Castiglioni
Archeologo, etnologo, antropologo, scrittore, cineasta,
documentarista. Presidente Ce.R.D.O.
Serena Massa
Docente di Catalogazione dei reperti Archeologici Università
Cattolica di Milano. Responsabile scientifica scavi archeologici
di Adulis in Eritrea. Consulente scientifica Museo Castiglioni.
Giovanna Salvioni
Già Professore ordinario di Etnologia e Antropologia Culturale
Università Cattolica di Milano. Consulente scientifica Museo
Castiglioni

Premiazione e Assegnazione Premio Città di Varese al film più
gradito al pubblico.
Assegnazione Premio Alfredo Castiglioni al film scelto dalla
giuria.

L’armata scomparsa di re Cambise
Regia: Alfredo e Angelo Castiglioni Anno: 2008 Durata: 30’
Nel 525 a.C. un esercito di 50.000 uomini fu inviato dal Re
persiano Cambise a conquistare l’oasi di Siwa e l’oracolo di Zeus
Ammone in Egitto. Come racconta lo storico greco Erodoto,
“i soldati furono sorpresi da una violenta tempesta di sabbia
e scomparvero nel nulla”. Per secoli questa tragedia spinse
gli archeologi nel deserto alla ricerca dell’armata perduta. La
missione Castiglioni ha ritrovato i primi reperti achemenidi e
resti umani restituiti dalla sabbia del deserto.