Discesa al lago Castelbarco di Ispra

Passeggiando sul lungolago di Ispra, ad un certo punto ci si imbatte in una suggestiva scalinata in mezzo ad un prato. Uno scenario in parte naturale e in parte architettonico che fa da sfondo a concerti suggestivi, cineforum e magiche serate sotto le stelle, a Ispra sul Lago Maggiore

Il Mausoleo Castelbarco è una costruzione piuttosto insolita nel contesto in cui si trova, perché non è attorniata da nessun altro edificio importante, ed è collocata proprio di fronte al cimitero.
Non si tratta di un tempio, nè di una chiesa, ma di un vero e proprio mausoleo, ovvero di una tomba, costruita in memoria di Antonietta Castelbarco (1814-1855). Antonietta Castelbarco era  figlia del duca Pompeo Litta Visconti Arese e di Elena Albani e moglie di Carlo Castelbarco Visconti Simonetta. Di Ispra, si innamorò a prima vista, al punto da comprare diverse proprietà nei dintorni. Chi, passeggiando sul lungolago, si spinge a sud in direzione di Ranco, noterà giardini con alberi secolari e palazzi nobiliari che confermano la presenza, a Ispra, di famiglie di alto rango nel corso di tutto l’Otto e il Novecento.

Attenzione ai parcheggi, perché per i posti disponibili vicino al cimitero c’è da mettere il disco orario, mentre quelli prossimi al lungolago sono tutti a pagamento. Esiste però un ampio parcheggio un poco più distante, gratuito, in centro paese, da dove in 10 minuti si possono raggiungere le spiagge.
Ricordiamo che il lago Maggiore a Ispra è balneabile.