Duno e il Tempio Medico voluto da un sacerdote

Nel cuore della Valcuvia, a pochi chilometri dal Lago Maggiore e da Luino, c’è un singolare Tempio dedicato alla professione medica, attorno al quale si svolgono cerimonie commemorative e celebrazioni ricorrenti.

Fonte:  http://www.centrostudipromozioneprofessionemedica.it/

Tu compri dal medico una cosa di valore inestimàbile, la vita e la buona salute; dal professore di belle lettere gli studii liberali e la cultura dello spirito; perciò all’uno e all’altro tu sborsi non il prezzo della cosa che compri, ma quello della loro fatica

Ce ne sono decine di migliaia di frasi di questo tenore, scritte in un italiano antico,nel libro “Medicus Bilinguis” di Don Carlo Cambiano, parroco di Duno in Valcuvia negli anni ’30, pubblicato per omaggiare la professione del medico.

Il libro testimonia la grande passione che aveva Don Carlo per la medicina, passione che lo spinse a impegnarsi nella creazione di un singolare Tempio del Medico d’Italia nel piccolo paesino montano, che ancora oggi è sede di diverse cerimonie commemorative, tra cui la recente Messa in ricordo del Dottor Stella di Busto Arsizio, morto a causa del Covid.

Illustrazione del Tempio Medico di Duno dal libro “Medicus” di Carlo Cambiano – fonte: www.centrostudipromozioneprofessionemedica.i

Proprio la pandemia ha evidenziato tutta la fragilità e l’eroismo che ha – insieme – la professione medica, che insieme a quella religiosa deve fare i conti, tutti i giorni, con il mistero della morte.

Duno, paesino di un centinaio di anime, immerso nel verde della valle alle pendici del Monte Nudo, è dunque riuscita, grazie all’impegno di questo singolare sacerdote, a ritagliarsi un ruolo singolare nella nostra provincia. Ancora oggi, a distanza di quasi un secolo, il Tempio è meta di pellegrinaggi per tutti coloro che hanno scelto di dedicare la loro vita agli altri, studiando Medicina e Chirurgia.

Nel solco di una tale tradizione, si sono registrate altre belle iniziative (spesso capitanate dallo storico Giuseppe Armocida), come la realizzazione di una meridiana con la scritta “Medicina vita est” e un museo en plein air dove, attraverso le opere realizzate, si può meditare sul senso della scienza e del suo combattere per la difesa della salute, nel verde rigoglioso della Valcuvia. E, nel solco della saggezza popolare, come scrive sempre Don Cambiano “Fra tutti i colori il verde riposa la vista e salutarmente lo diletta”.

Festa del Papà...segui il link e compragli un regalo su Amazon!

Translate: Inglese