Festa dei Circondari, perché siamo circondati dalla bellezza! 19 e 20/6/2021

Prima edizione della FESTA DEI CIRCONDARI
sabato 19 e domenica 20 giugno 2021
al Monastero di Torba, Gornate Olona (VA)

Una festa diffusa tra i Beni del FAI e i loro dintorni: incontri, itinerari e sorprese alla scoperta del territorio

Il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano dedica due giorni di festa ai “circondari” dei suoi Beni, vale a dire i territori circostanti i Beni del FAI, cui essi stessi appartengono.

Si tratta di contesti spesso di straordinaria bellezza e di inestimabile valore culturale, ricchi di piccoli e grandi tesori del patrimonio italiano, talvolta poco noti o sconosciuti, e perciò vere e proprie scoperte, non solo per chi li visita da “turista”, ma anche per chi vi abita vicino.

Tutto ciò merita di essere conosciuto e apprezzato, promosso e valorizzato, sempre di più e sempre meglio. Tutto ciò merita una festa: la Festa dei Circondari, sabato 19 e domenica 20 giugno 2021.

I circondari di nove Beni del FAI, in otto regioni di Italia, dal Nord al Sud – tra cui il Monastero di Torba a Gornate Olona (VA) – saranno protagonisti di un programma ricco di proposte che si svolgeranno dentro e fuori dai Beni.

Monastero di Torba a Gornate Olona VA, particolare affreschi della Torre – Foto Lorenzo Monti, 2009 © FAI – Fondo Ambiente Italiano

Dentro ai Beni i territori si racconteranno attraverso incontri, narrazioni, laboratori, piccoli eventi musicali, mostre di prodotti locali, dall’artigianato all’enogastronomia, con degustazioni, aperitivi e cene. Ma la festa si estende soprattutto fuori dai Beni, lungo itinerari suggeriti (consultabili su www.festadeicircondari.it), da percorrere da soli o accompagnati da guide, a piedi o in bicicletta, in macchina e perfino in barca, alla scoperta di borghi, chiese e palazzi, piccoli e curiosi musei, aree archeologiche e naturalistiche, botteghe, aziende agricole e perfino ristoranti, che partecipano tutti con generosità ed entusiasmo.

Alcune attività sono su prenotazione, per altre la prenotazione è vivamente consigliata.
Per informazioni, dettagli e costo dei biglietti www.festadeicircondari.it

Tra le attività più interessanti al Monastero di Torba:

* Sabato, a partire dalle ore15.30, la visita tematica Tutela di api e rondoni, un impegno concreto nel territorio varesino, un percorso speciale, a cura di Daniele Meregalli – Responsabile Ufficio Ambiente e sostenibilità FAI – per conoscere da vicino i progetti della Fondazione dedicati alla biodiversità; sempre sabato, doppio appuntamento, alle ore 11 e 14.30, con Veronica Ambrosoli – Responsabile Ufficio Conservazione FAI – che accompagnerà i visitatori alla scoperta delle più significative testimonianze pittoriche del territorio: dalle decorazioni altomedievali della torre di Torba, passando per gli affreschi della chiesa di Santa Maria foris portas nel Parco Archeologico di Castelseprio e concludere con il ciclo pittorico di Masolino da Panicale presso il Museo della Collegiata di Castiglione Olona.

* Numerosi incontri si susseguiranno nel corso dei due giorni. Tra i più curiosi quello di sabato mattina alle ore 11 con Rolando Squizzato, vicesindaco di Gornate Olona, che racconterà il Monastero di Torba prima dell’arrivo del FAI. Mentre domenica mattina, alle ore 11, sarà la volta di Alessandro Deiana, archeologo, che illustrerà le prime campagne di scavo eseguite nel 1978 al Monastero di Torba.

* Nel corso del fine settimana si potranno gustare prodotti enogastronomici “a chilometro zero” come i formaggi del territorio accompagnati dal miele prodotto nel Monastero di Torba.

Tra le attività più interessanti nei “circondari” del Monastero di Torba:

* Nel fine settimana si potranno visitare “chicche” o luoghi poco conosciuti come il MAP Museo Arti Plastiche a Castiglione Olona, il primo museo in Italia esclusivamente dedicato alle opere d’arte realizzate con materiale polimaterico, con lavori di Carla Accardi, Enrico Baj, Giacomo Balla e Man Ray, per citare alcuni artisti; il Museo Fisogni a Tradate, che conserva una ricca collezione, oltre cinquemila pezzi, di pompe di benzina vintage, oggetti di design e attrezzature provenienti dalle stazioni di rifornimento.

* Tra le proposte di visita all’aria aperta la ‘camminata culturale’ dall’oratorio di San Michele arcangelo di Gornate Superiore fino al Monastero di Torba, un percorso guidato, di circa un’ora, tra i prati della Valle Olona alla scoperta della storia dell’oratorio, di origine longobarda, e del Monastero di Torba. Sabato 19 alle ore 10.30 con ritrovo a Gornate Superiore

*In programma domenica anche tour in bicicletta nella Valle Olona, in mountain bike nel Parco del Rile Tenore Olona e visite al Parco Regionale della Pineta di Appiano Gentile con apertura del centro Didattico Scientifico – Osservatorio Astronomico di Tradate.

La Torre di Torba insieme al Castrum di Castelseprio e alla Chiesa di Santa Maria foris portas fanno parte del sito seriale patrimonio UNESCO I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.).

MODALITÀ DI VISITA IN SICUREZZA ALL’INTERNO DEI BENI DEL FAI

Per consentire al pubblico di visitare i Beni nella massima sicurezza, il FAI si è preoccupato di garantire il pieno rispetto dei principi definiti dal Governo a partire dal mantenimento della distanza interpersonale o fisica. In tutti i Beni la visita sarà contingentata per numero di visitatori e, ove possibile, organizzata a “senso unico” per evitare eventuali incroci. Le stanze più piccole e quelle che non permettono un percorso circolare saranno visibili solo affacciandosi; le porte saranno tenute aperte onde ridurre le superfici di contatto. Sarà d’obbligo indossare la mascherina per tutta la durata della visita. Saranno inoltre a disposizione dispenser con gel igienizzante sia in biglietteria che nei punti critici lungo il percorso.

Il giorno precedente l’appuntamento, i partecipanti che avranno effettuato la prenotazione riceveranno una mail con le indicazioni sulle modalità di accesso e un link da cui scaricare materiali di supporto alla visita nel Bene, a cura dell’Ufficio Affari Culturali FAI. Gli stessi materiali, che non saranno più distribuiti in formato cartaceo, saranno accessibili in loco su supporti digitali grazie a un QR Code scaricabile direttamente in biglietteria.

L’accesso alla biglietteria, al bookshop e ai locali di servizio sarà permesso a un visitatore o a un nucleo famigliare alla volta; nei negozi FAI i clienti dovranno indossare la mascherina, e saranno a disposizione guanti monouso, qualora fossero preferiti all’igienizzazione delle mani. Si invita inoltre a effettuare gli acquisti con carte di credito e bancomat, per ridurre lo scambio di carta tra personale e visitatori. L’accesso è vietato a chi abbia una temperatura corporea superiore a 37.5°.

www.fondoambiente.it – www.festadeicircondari.it