Con Officinambiente alla scoperta del Varesotto! (passeggiate fino al 26/9/2021)

Officinambiente e le sue “Uscite Narranti”, ecco le passeggiate di luglio e settembre 2021

E’ possibile iscriversi direttamente dal sito:
www.officinambiente.org
oppure scrivere a info@officinambiente.org
oppure telefonando ai numeri :
Tiziana 347 7885147 Paola 392 1809202

27 Giugno 2021
Le sorgenti antiche sul versante est del Sacro Monte
Un bellissimo percorso che si inoltra nel bosco alla V Cappella e lambisce una serie di sorgenti note nei secoli scorsi. Antico percorso di lavoro che si intreccia con la via Sacra e la salita dalla Rasa a Santa Maria del Monte. Un tragitto che unisce devozione, arte e naturalità.

04 Luglio : La Punta di mezzo del Campo dei Fiori
Il caldo si fa sentire e percorrere il sentiero a nord della vetta del Campo dei Fiori è sempre un’ottima idea. La cima che oggi chiamiamo Punta di Mezzo era invece detta il Campo dei Fiori perché era un immenso prato fiorito, e questo fino a circa metà del secolo scorso. Gli alberi di oggi poco hanno lasciato di quel tipo di prato ma di fiori ce ne sono ancora.
I primi pionieri del volo sono partiti da lassù! Andiamo a vedere dove!
Ore 15:00 Park ristorante Irma Campo dei Fiori Varese. Durata 3h circa.

11 Luglio : Il Ponte del Diavolo sul torrente Tinella
Un nome che evoca paura e incomprensione per un luogo naturale dove le acque del rabbioso Tinella scavano un passaggio burrascoso nella stretta gola. Un percorso nel bosco che segue il corso del torrente per poi attraversarlo sul Ponte del Diavolo fatto di roccia
calcarea. Rientro dalla ciclabile sul lago di Varese.
Ore 15:00 Park super.to Tigros sulla SP1 a Groppello (VA). Durata 3h circa.

18 Luglio : Sculture nel bosco incantato di Cerro di Caldana
Dal tiglio monumentale del cimitero di Orino alle sculture fiabesche dell’artista Sergio Terni. “Non puoi vivere una favola se ti manca il coraggio di entrare nel bosco”, questa è la frase che accoglie il visitatore al sentiero delle Sculture. La piccola terra di mezzo degli Hobbit rimane immersa tra faggi, castagni e betulle con un sottobosco arioso e ben curato.
Ore 15:00 Parcheggio Cimitero di Orino (VA).
Durata 3h circa.

25 Luglio : Cadegliano-Viconago e il Parco dell’Argentera
Chiudiamo in bellezza prima delle vacanze di agosto. A Cadegliano, ridente paesino adagiato su una piana che guarda giù sul lago Ceresio, a picco sopra Ponte Tresa. Un oasi di bellezza questa valletta che segue il corso del rio Dovrana, che un tempo muoveva le pale di alcuni mulini. Quelli che oggi sono rimasti vennero restaurati e dipinti così come li vediamo all’inizio del secolo scorso. Un amore!
Pausa per un frutto fresco all’ombra dei faggi.
Ore 15:00 Parcheggio dietro il Comune di Cadegliano (VA). Durata 3h circa.

05 Settembre : Sulla piana di Vegonno la frazione di Dobbiate
Sulle colline che dominano la Valbossa, ai bordi della piana di Vegonno, sorge Dobbiate, frazione collinare di Daverio, è una piccola perla che vale una passeggiata. Piccola comunità di origini antichissime con la graziosa chiesetta di San Giovanni, che visiteremo, fu sede fino ai primi anni dell’ottocento, di un convento dei Frati dell’ordine dei Minimi. La campagna verde si perde a vista d’occhio e rimane un piacevole senso di tranquillità.
Ore 15:00 Parcheggio cimitero di Azzate via XXV aprile (VA). Durata 3h circa.

12 Settembre : Il ‘Pian de la Cruz’ e i sentieri a salire su .. su..
La zona del Poggio offre una moltitudine di sentieri con svariati coni panoramici. Il Pian de la Cruz è la piana da dove partiremo ad esplorare i boschi che risalgono le pendici del monte San Francesco. Un tempo i boschi non erano così fitti e i prati panoramici hanno ingolosito un investitore che per fortuna non è riuscito a completare la grande lottizzazione. Godiamoci questi luoghi magnifici.
Ore 15:00 Park via Al Poggio di Luvinate Parco C.d.F. (VA). Durata 3h circa.

19 Settembre : Villa Alemagna a Barasso e la frazione Molina
Il grande architetto e paesaggista Emilio Alemagna prediligeva la villa di Barasso alle sontuose case di Milano. Ha progettato edifici ma anche moltissimi giardini delle bellissime ville della zona ivi compresa quella dei principi Castelbarco Albani di Casciago. Più giù la piccola frazione di Molina che raccoglie importanti testimonianze religiose e di duro lavoro sia nei mulini che nelle fabbriche di pipe. Visiteremo la graziosa chiesetta di S. Ambrogio.
Ore 15:00 Park via Castello sotto la SS394 a Barasso (VA). Durata 3h circa.

26 Settembre : Sulle tracce dei frati Benedettini di Voltorre
Dalla vecchia strada per Voltorre entreremo nel piccolo borgo che circonda l’antico monastero con il bellissimo chiostro dei maestri comacini. Nel medioevo tutte le aree paludose adiacenti al lago furono bonificate dai monaci cluniacensi e il grande Lanfranco da Ligurno realizzò il chiostro e forse anche tutta la struttura. Una visita alla punta più bella del lago di Varese e poi una passeggiata sulle rive ci riporterà piano piano ad Oltrona da dove siamo partiti.
Ore 15:00 Park ang.lo via Voltorre e via Unione Oltrona (VA). Durata 3h circa.

Le Uscite Narranti avranno luogo anche in caso di pioggia

Obbligatoria iscrizione all’associazione OfficinAmbiente da
effettuare in loco o tramite sito internet www.officinambiente.org
Info chiamare Tiziana +393477885147 Daniela +393393133438


Vuoi vedere qualche foto delle uscite narranti? Qui trovi una piccola gallery del percorso ad anello tra Cartabbia e Capolago effettuato domenica 2 aprile 2017 .

 


Cosa fa l’associazione OfficinAmbiente

OfficinAmbiente è un’associazione attiva nell’ambito ambientale, divulgativo e ricreativo, che si propone di diffondere e promuovere la conoscenza della natura, dell’ambiente e del territorio tra bambini, scuole, famiglie, giovani, gruppi, adulti ed enti, operando prevalentemente nel territorio Insubrico e nei suoi dintorni.

L’idea di OfficinAmbiente nasce nel 2016 dall’incontro di Andrea, Barbara, Cecilia, Daniela, Lorenzo e Tiziana, che uniscono le loro forze e competenze per un importante progetto condiviso: promuovere la conoscenza del territorio e dell’ambiente, le sue tradizioni e le sue storie, e avvicinare grandi e piccini alle meraviglie naturali, paesaggistiche, artistiche e storiche che ci circondano, rendendoli consapevoli e partecipi della bellezza dei luoghi in cui viviamo, delle loro potenzialità e, al momento stesso, delle loro fragilità.