Primavera Estate 2022 a firma Marchisio, eccola qui

La collezione Woman SS 2022 di Francesca Marchisio è stata presentata alla Milano Fashion Week di settembre 2021 con un video d’autore, ambientato a Modena nel  contesto delle architetture metafisiche di Aldo Rossi

Photo courtesy Press Office Francesca Marchisio – I modelli danzano sullo sfondo della Città di Aldo Rossi

La donna Marchisio è una donna giovanile e sensibile alle tematiche ambientali, che dà valore al pezzo unico e artigianale risultato di una passione che si tramanda di generazione in generazione.
Modelle e modelli avevano già sfilano ad Altaroma con delle semplici “espadrillas” che sono quanto di più minimal e sostenibile ci può essere, fatte come sono di corda e tela cucite a mano.
La possibilità di illustrare i prodotti moda attraverso il nuovo format dei fashion video, ha decuplicato le possibilità espressive degli stilisti (Alessandro Michele docet) e ha permesso di portare in passerella autentici performer, e non solo fotomodelli e modelle, che recitano e danzano, mettendo in mostra, in senso davvero dinamico e tridimensionale, i vestiti della collezione.
In questa direzione va anche il video digitale di Francesca Marchisio, che in forma altamente drammatica ed emozionale, fa danzare i suoi modelli in una città metafisica e solitaria, che è “la città dei morti” di Aldo Rossi. Profonda ed enigmatica come è la ricerca della nostra Marchisio.

La palette scelta per la nuova collezione “Themovement”  è fatta di colori sempiterni: il bianco, il nero, il blu.  Nella palette dei colori, i toni burro dei tessuti in canapa convivono in armonia con i blu dei denim riutilizzati. Vivacizzati da inserti up-cycled  coloratissimi come è nell’intenzione programmatica della designer.

La selezione dei materiali è incentrata su tessuti ecosostenibili. Non solo cotone biologico GOTS, ma soprattutto fibre tinte in filo naturalmente sostenibili come la tela di canapa, il jersey di canapa o il lino misto a lana vergine. Canapa e lino non hanno bisogno di molta acqua e soprattutto la canapa può purificare l’aria più di altre piante. In ogni caso questi materiali sono resistenti e destinati a durare nel tempo e ad evolversi in nuovi abiti.
Ogni scarto ottenuto da prototipi e tagli di produzione viene preservato e poi abbinato cromaticamente ad altri scarti attraverso ricami a mano secondo il principio “meno scarto è più valore”. Questi avanzi ricamati acquistano un nuovo valore grazie alla collaborazione di ricamatrici locali coinvolte direttamente in questo processo inclusivo di up-cycling.

Il lino-lana tinto in filo offre tonalità chiare e neutre con tocchi pastello e alcune note decise di fucsia, mattone e tuorlo d’uovo. Bianchi di tutte le sfumature si accostano a trasparenze in nero e
tocchi di verde erba o blu cobalto.

La molteplicità di questa collezione esplora la semplicità e la diversità: lavorando su reversibili e modelli oversize, la collezione “The Movement” si concentra sull’equilibrio tra abito e corpo, esplorando identità diverse, genderless, senza limiti di taglia.

Nessuna stravaganza di cui pentirsi, bisogna darsi dei limiti come consumatori, scegliendo il meglio che ognuno di noi avrà poi cura di personalizzare, così suggerisce il video che è un inno al dinamismo e alla passione, con continui cambi di prospettiva che mettono al centro la persona e il suo mondo di valori.

Francesca Marchisio - Women SS2022