Sperimentazione a tutto tondo, alle mostre estive del Midec (fino al 5/9/2021)

Al MIDEC di Laveno Mombello, domenica 13 giugno si inaugurano due nuove mostre all’insegna dello sperimentalismo  di Lara De Sio e dei laboratori di Castellamonte. Ricordiamo che da pochi mesi è stata inaugurata la nuova sala dedicata alla grande designer Antonia Campi 

Sito ufficiale: www.midec.org

Lara De Sio
Dialogo con Castellamonte
Baruzzi, Marthyn e gli allievi dell’I.I.S. 25 aprile – Faccio
dal 13 giugno al 5 settembre 2021
Inaugurazione domenica 13 giugno, ore 11:30

Il MIDEC annuncia l’apertura della stagione estiva 2021 con due mostre che inaugureranno domenica 13 giugno 2021.

I due eventi espositivi, a cura di Fabio Carnaghi, sono dedicati alla sperimentazione in ambito ceramistico, e prevedono un focus sulla ricerca di Lara de Sio, architetto e artista operante a Venezia, e un “Dialogo con Castellamonte”, progetto dedicato all’innovazione nella produzione ceramica

 

LE RISONANZE ARCAICHE DI LARA DE SIO…
Appositamente per MIDeC, Lara De Sio propone con la curatela di Fabio Carnaghi il progetto espositivo “Risonanze”, una raccolta di sculture recenti che testimoniano una ricerca formale molto stratificata che spazia da suggestioni primitive nel riferimento al fossile fino alle reminiscenze arcaiche dell’arte cicladica per approdare alla ceramica giapponese e africana.

Lara De Sio, Tadpoles Bowl – courtesy Midec

E L’AVVENIRISTICO 3D CLAY DI CASTELLAMONTE
Storicamente luogo di Ceramica, per via della presenza di depositi di argilla rossa di facile estrazione, Castellamonte vanta, sin dall’antichità, una forte tradizione nell’arte vasaria di stoviglieria popolare ed oggetti di uso comune, nonché di elementi e fregi architettonici, riconoscibili nelle architetture religiose e patriziali della località. Il prodotto ceramico diventa oggetto di esportazione già dal ‘400 ed attraverso i secoli, Castellamonte è un riferimento rinomato per la foggiatura e la decorazione di oggetti d’uso ed artistici, già nel ‘700 i vasai tornianti sono affiancati dai “terraglieri” che producono mattoni e le prime stufe, genitrici di quella che sarà, ed è ad oggi, la più celebre produzione castellamontese.
La mostra di MIDeC porge attenzione a un’innovativa pratica in ambito ceramico, grazie all’operato ed allo studio degli artisti e docenti Sandra Baruzzi e Guglielmo Marthyn impegnati nella stampa 3D clay, in collaborazione con gli allievi del Liceo Artistico Statale “Felice Faccio” dove, con spirito avanguardistico e grande intuito pedagogico, sono insegnate le tecniche di progettazione e prototipazione della foggiatura 3D, una pratica che supera il più grande limite strutturale della creazione ceramica: il sottosquadra, portando anche l’ideazione stessa di forme e sviluppi ad un livello più libero ed ardito.

Guglielmo Marthyn, Tre Diamanti, 3D Clay – foto courtesy Midec

Orari di apertura MIDeC:
venerdì ore 15 -20; sabato ore 15 – 20; domenica ore 10 – 13 e 14 – 19

Le mostre avverranno nel rispetto del protocollo anti Covid-19 vigente nel periodo espositivo.

 

 

MIDeC – Museo Internazionale Design Ceramico è un patrimonio dell’arte ceramica.  
Si trova a Cerro, una bella frazione di Laveno Mombello in riva al Lago Maggiore.
Lungolago Perabò 5
Cerro di Laveno Mombello
Tel 0332 625551

Orario invernale
Dal 1 marzo al 30 giugno e dal 1 ottobre al 6 gennaio.

Venerdì 10.00-13.00 / 14.00-17.00
Sabato 10.00-13.00 / 14.00-17.00
Domenica 10.00-13.00 / 14.00-17.00

Orario estivo
Dal 1 luglio al 30 settembre.

Venerdì — / 15.00-20.00
Sabato — / 15.00-20.00
Domenica 10.00-13.00 / 14.00-19.00

►Già che ci sei, l’hai già fatta una bella passeggiata sul lungolago di Cerro? Qui tutti i dettagli