Primavera estate 2023, ecco i colori e i tessuti che andranno di moda

Milano Unica si porta avanti, per consentire a tutti i produttori della filiera fashion di organizzarsi per tempo e di proporre tendenze all’avanguardia che poi saranno assorbite dai designer: ecco le Tendenze della prossima Primavera Estate 2023.

►qui trovi le tendenze espresse da Milano Unica per l’autunno inverno 2022-2023
“MU HOTEL” è il concept ideato dalla commissione creativa di Milano Unica per riassumere le Tendenze della prossima Primavera Estate 2023.

Si tratta di un luogo immaginario che intercetta il grande bisogno di ritornare a viaggiare e a condividere esperienze di nuovi luoghi e diverse culture. È l’espressione di un sentimento che accomuna trasversalmente tutta la comunità mondiale e che simboleggia la necessità di una “ri-partenza” verso mete lontane.
“Hotel” è anche la parola utilizzata in marina per indicare la lettera H in tutte le lingue internazionali, è dunque davvero un simbolo universale per indicare “il rifugio”, meglio ancora se in territori ancora poco esplorati e sconosciuti.

Ed allora, avviamoci verso l’estate prossima ventura con la speranza/consapevolezza di ritornare alla spensieratezza, alla vacanza intesa come “vacatio” di preoccupazioni e di pensieri, fatta solo di sole, natura e amore, verso la vita e le cose belle.

MU HOTEL è dunque prima di tutto un luogo dello spirito, ma è anche un atteggiamento inedito nei confronti di un nuovo stile moda ecosostenibile e contro ogni tipo di pregiudizio, aprendosi alle sperimentazioni e alla versatilità.

La novità di questa edizione di Milano Unica sta proprio nella volontà di creare un dialogo tra i tessuti d’abbigliamento e quelli dell’arredamento e del design per una riscrittura dei codici estetici ed espressivi in chiave futura.

Stefano Fadda, direttore artistico di Milano Unica, spiega:
“Abbiamo fatto incontrare alcune realtà legate al mondo dell’hotellerie con quelle della moda” , dunque MU HOTEL rappresenta un nuovo life style, in cui gli accessori e i tessuti degli arredi dell’hotellerie e quelli dell’abbigliamento dialogano idealmente, in uno sconfinamento di ambiti che genera un mix perfetto tra arredo e moda, in cui ad esempio il lino di un divano può prendere anche la forma di un pantalone da dinner, o la rafia di un tappeto può arricchire il ricamo di una blusa.

Abbiamo così tre tipologie diverse di hotellerie, tutte però accomunate dal filo rosso dell’eco-sostenibilità e della consapevolezza dell’importanza del nostro pianeta. Ecco la tavolozza dei colori che vi aspettano nell’estate radiosa del 2023.

Palette colori moda primavera estate 2023, courtesy Milano Unica

ECOYACHT

Le mete del jetset internazionale sono le tappe dell’ECOYACHT: pensiamo a località come Saint-Tropez, Saint-Barth, Portofino, Montecarlo, Capri, Portocervo dove personaggi ricchi e bellissimi trascorrono i pomeriggi oziosi al ritmo di aperitivi, tuffi in mare e feste danzanti dal tramonto all’alba.
Siamo nel mondo dei cotoni stretching, delle magline tubolari, delle spugne sovrastampate, dei lycra lucidissimi e dei nylon colorati. A predominare non è lo stile marinaro ma l’eleganza delle grandi crociere anni ’50-’60. L’attitudine è cosmopolita e disinibita.
Le tinte sono forti e audaci come lo stile di vita dei personaggi da yacht, che non si sottraggono mai ai flash dei paparazzi.

Ecco i pantoni prescelti per la primavera-estate 2023:
17-1350 TPG
18-2140 TPG
18-1662 TPG
14-5002 TPG
12-5410 TPG
18-4051 TPG
19-3920 TPG
MATERIALI
Fibre rigenerate dagli aspetti luminescenti
Ricami ad onde
Micro check specchiati
Applicazioni di micro cristalli
Plissé sfumati
Rigati over
Block color
Camouflower
Macro paillettes stroboscopiche
Reti di strass
Stampe multicolor
Fibbie e bottoni luminescenti
Trasparenze extra lucide
Jacquard nuvolati o lamé con cimatura alta
Trattamenti metallizzati
Nastri plissé o sfrangiati
Zip con trattamenti in resina, iperdecorate e tiretti over
Bottoni ricoperti in spugna o con effetti marezzati
ECORESORT

 

Gli hotel qui sono immersi nella macchia mediterranea, si confondono tra gli olivi e le pareti di roccia grigia e bianca a picco sul mare. I tessuti sono impalpabili, le trasparenze poetiche. Conchiglie, corde e rafia raccontano di accessori preziosi ed elaborati. L’imprinting è artigianale, l’attitudine è rilassata, spensierata con una vocazione alla semplicità primitiva.

I colori sono naturali, ecco i pantoni prescelti per la primavera-estate 2023:

15-0927 TPG
15-1322 TPG
12-0601 TPG
12-4302 TPG
11-0105 TPG
12-0104 TPG
14-4501 TPG

 MATERIALI

Fibre naturali come il cotone, il lino, l’ortica e la canapa
Marezzature tono su tono
Trattamenti in resina e sabbia
Spalmature e lavaggi di argilla
Tridimensionalità desertiche
Leggerezze impalpabili
Ricami sfrangiati
Stramature over
Macro intrecci di fettucce
Macro finestrati ricamati
Tinture e stampe effetto ruggine
Resinature tridimensionali
Reti lavorate
Garze fiammate
Zip sfrangiate
Macro nastrature
Cordoni in juta
Etichette intrecciate
Fibbie rivestite di cordonetti
Bottoni in legno

ECOPALACE

Gli hotel assumono le fogge di grandi dimore, di ville fiabesche e castelli incantati. I rasi damascati e i broccati delle tappezzerie, le frange delle passamanerie, i voile delle tende si traducono in trame, applicazioni e accessori favolosi, quasi da romanzo.

L’attitudine è aristocratica e internazionale, i colori non sono mai sgargianti ma hanno sicuramente carattere: ecco i pantoni prescelti per la primavera-estate 2023:
13-2802 TPG
13-0117 TPG
17-5034 TPG
11-0620 TPG
16-0836 TPG
17-1544 TPG
19-1940 TPG

MATERIALI

Fibre rigenerate dagli aspetti serici
Ricami boiserie
Lurex macramé
Organze ricamate
Ricami floreali
Velluti dévoré
Jacquard tubici o foliage
Lampassi
Voile crêpe
Crêpe satin
Micro paillettes
Trasparenze con ricami soutache
Operati in micro paillettes
Applicazioni, nastri e scolli effetto gesso
Passamanerie in colori degradé
Intrecci di nastri gros grain
Bottoni e decorazioni con motivi a rilievo