Salone del Mobile a Milano (e Fuorisalone!), dal 5 al 10 aprile 2022

60^ edizione del Salone del Mobile di Milano, conosciuto a livello internazionale grazie all’alta qualità dei prodotti esposti  e delle iniziative organizzate in fiera e in città:  a settembre,  tutti a vedere il Bello e il Nuovo del Design made in Italy! Il Salone torna nella consueta edizione di primavera dal 5 al 10 aprile 2022

Fonte:  https://www.salonemilano.it

Courtesy Salone del Mobile Milano – photo Andrea Mariani

SALONE DEL MOBILE DI MILANO 2022

Un evento di sicuro richiamo per un pubblico internazionale: nel 2019 il Salone ha registrato ben 330.000 visitatori da 165 Paesi di tutto il mondo. Dopo la forzata interruzione del 2020 e della primavera 2021, ecco che il Salone è ripartito alla grande a settembre 2021 e ritorna nel suo tradizionale formato ad aprile 2022.

Il Salone del Mobile di Milano sta facendo la storia del design e dell’arredo di ieri, oggi e domani.
Le esposizioni  sono ripartite nelle tre tipologie stilistiche di prodotti:
  • Classico, che attinge ai valori di tradizione, artigianalità e maestria nell’arte di realizzare mobili e oggetti in stile classico;
  • Design, prodotti espressione di funzionalità, innovazione e grande senso estetico;
  • xLux, settore dedicato al lusso senza tempo riletto in chiave contemporanea.
In media, ogni anno, si registrano oltre 370.000 presenze da 188 Paesi.

Ecco alcuni  numeri del Salone del Mobile 2021 

423 brand e 50 designer indipendenti, 170 progetti provenienti da 48 scuole internazionali di design, 20 tra le personalità più influenti del panorama creativo odierno, 110 sedute premiate dal Compasso d’Oro, sei grandi chef, cinque opere cinematografiche selezionate dal MDFF, 200 alberi di Forestami.

…ed ecco le principali novità.

Il  “supersalone” vede come curatore Stefano Boeri con il team internazionale di co-progettisti – Andrea Caputo, Maria Cristina Didero, Anniina Koivu, Lukas Wegwerth, Marco Ferrari ed Elisa Pasqual di Studio Folder insieme a Giorgio Donà, co-founder e direttore di Stefano Boeri Interiors
Il “supersalone” sarà il primo grande evento fieristico italiano dopo l’esplosione della pandemia. Super perché imperdibile. Imperdibile perché vedrà per la prima volta insieme i grandi brand del design, i giovani makers, le scuole internazionali, le grandi icone del
design, i più grandi chef italiani e molti protagonisti della scena dell’arte e dell’architettura.
Imperdibile perché tutti potranno confrontare – vedendoli dal vivo – i migliori prodotti delle migliori aziende e comprarli o prenotarli dalla piattaforma web del Salone del Mobile.
Imperdibile perché tutti gli allestimenti sono stati progettati per essere riusati o riciclati.

Il “supersalone” è la risposta solare di una SuperItalia alla lunga notte della pandemia”, afferma l’architetto Stefano Boeri, curatore dell’evento.
A rinforzare l’intento green di “supersalone” anche gli alberi di Forestami con un progetto ad hoc che consisterà nell’allestimento di un “bosco” di circa 100 alberi attraverso il quale i visitatori potranno giungere ai tornelli d’ingresso di Porta Est. Altri 100 alberi ad alto fusto accompagneranno poi i visitatori all’interno delle varie aree espositive e in zone living dedicate al relax. Le essenze utilizzate – tigli, frassini, querce, prugni da fiore – saranno poi piantate nelle aree di Città Metropolitana di Milano.
Una delle mostre speciali di “supersalone”, sarà The Lost Graduation Show, a cura di Anniina Koivu, che metterà in scena 170 progetti di studenti diplomatisi tra il 2020 e il 2021, provenienti da 48 scuole di design di 22 Paesi sparsi nei cinque continenti. Un unicum nella storia del Salone che vedrà coinvolti tutti i settori del furniture design, ma non solo.
Altra importante esposizione sarà Take Your Seat / Prendi posizione – Solitude and Conviviality of the Chair / Solitudine e convivialità della sedia, a cura di Nina Bassoli, in collaborazione con ADI / Premio del Compasso d’Oro. Con 30 sedie insignite del Premio
Compasso d’Oro e più di 80 menzioni d’onore, distribuite nei quattro padiglioni di “supersalone”, la mostra sarà il racconto dell’oggetto più iconico del design, la sedia appunto, in grado di sintetizzare più di qualunque altro manufatto il valore di una buona progettualità.

A cura di Maria Cristina Didero, il programma di “supersalone” sarà ricco di conversazioni, talk, lecture di designer, architetti, artisti, studiosi e manager provenienti da tutto il mondo. Molti i nomi illustri: da Humberto Campana a Bjarke Ingels, da Carsten Höller a
Paola Pivi, da Beatriz Colomina a Cecilia Alemani, dai Formafantasma a Philippe Malouin.
Tre gli appuntamenti fissi di ogni giornata: le tavole rotonde alle 12.00, i talk alle 15.00, le lecture alle 17.00. A latere, in collaborazione con il Milano Design Film Festival, tutti i
giorni alle 16.00, si potrà assistere a inchieste, biopic, docufilm per un approfondimento trasversale su design, architettura e le attuali implicazioni sociali e sostenibili.

Ma il “supersalone” si apre anche e soprattutto alla contaminazione tra ambiti e linguaggi
differenti, coinvolgendo nell’esposizione Identità Golose Milano – Hub Internazionale della
Gastronomia: perché il cibo è un prodotto pari ad altri, che da sempre si evolve in base alla creatività e alle necessità umane.

Il Salone sarà l’occasione per gustare le ricette originali di alcuni fra i più grandi chef e artigiani italiani tra cui Carlo Cracco con il pasticcere Marco Pedron, Massimo Bottura con il laboratorio Il Tortellante, gli chef stellati Cristina Bowerman e Matias Perdomo, Eugenio Boer chef italo-olandese apprezzato per la sua cucina ricca di contaminazioni internazionali e poi ancora Renato Bosco considerato fra i più autorevoli maestri della pizza, il grande gelatiere Paolo Brunelli e Andrea Besuschio da anni nella top 10 dei migliori pasticceri d’Italia.

Come da tradizione consolidata, anche in occasione di questo evento speciale settembrino, il Salone del Mobile uscirà dai confini della Fiera di Rho per sottolineare e valorizzare il profondo legame con Milano e, nello spirito di una sempre maggiore apertura allo scambio e alla circolazione di idee, cultura e creatività, rinnoverà il dialogo con Triennale Milano, hub cittadino del “supersalone”.
La mostra racconterà le produzioni culturali del Salone in città che, nel corso degli anni, hanno comunicato il design al pubblico degli
appassionati. Un’esposizione spettacolare che si svilupperà a partire dagli archivi di Triennale Milano e del Salone del Mobile.Milano.
Questo e molto altro ancora sarà “supersalone”: un progetto speciale grazie a cui il Salone del Mobile di Milano vuole farsi promotore e catalizzatore di azioni, pensieri, sentimenti che
consentano all’intero settore e a tutta la filiera di ripartire con ottimismo, dando vita a un nuovo Rinascimento.

L’evento è aperto agli operatori di settore e al pubblico dal 5 al 10 settembre.
Orari di apertura: domenica – giovedì: 10 – 19; venerdì: 10 – 16
Fiera Milano, Rho, ingresso da Porta Est, Porta Sud, Porta Ovest
Ingresso unico 15 €, i visitatori possono registrarsi e acquistare i biglietti di ingresso esclusivamente on-line a questo link.

 

A completare l’offerta del Salone del Mobile, ci sono anche le seguenti manifestazioni  sempre legate al tema del design e dell’arredo:

  • Salone Internazionale del Complemento d’arredo

  • Workplace 3.0

  • SaloneSatellite (con la presentazione di prototipi di giovani designer)

  • eventi collaterali dislocati in tutta la città di Milano

SALONE DEL MOBILE DI MILANO 2021

Quartiere Fiera Milano, Rho.

 

PER DORMIRE, PRENOTA IN TEMPO RISPARMIANDO CON BOOKING.COM

►Per un weekend speciale  con una tappa alla Fiera, vi consigliamo di soggiornare a Busto Arsizio a meno di mezz’ora  d’auto da Rho Fiera, dove i prezzi sono mediamente più bassi rispetto al centro di Milano. Potete anche prendere il treno, per evitare il problema del traffico e dei parcheggi!

►Se però dovete essere in Fiera per lavoro e vi serve un posto più vicino, date un occhio alle strutture ricettive di Rho.

 

Ecco la comoda mappa di Booking con gli alberghi intorno alla sede della fiera. Ricordatevi che  potete prenotare e pagare dopo, direttamente quando arrivate a destinazione. 



Booking.com