Con le “Impressioni” riparte il teatro a Bisuschio, ecco gli spettacoli

Dall’unione delle competenze di Intrecciteatrali e Coopattivamente prende vita “Impressioni, spettacoli per lasciare il segno” , rassegna teatrale tra Como e Bisuschio, dal 10 al 23 settembre 2021


Perché un festival teatrale?
Per fare cultura, certo. Ma anche, e soprattutto, per sperimentare. Per capire. Per mettersi in ascolto. Per sporcarsi un po’.
#Impressioni” non è solo un festival. Ma è anche una serie di domande. Domande per noi molto importanti.
Gli spettacoli vengono rappresentati a Como e a Bisuschio
Gli spettacoli di Como si svolgeranno presso L’Ex Tinto-Stamperia Val Mulini – Via dei Mulini, 3 Gli spettacoli di Bisuschio si svolgeranno presso il Cortile Teatro S.Giorgio Via della Repubblica,

“Impressioni”, si chiama il festival. E ha come sottotitolo “spettacoli per lasciare il segno” #Impressioni”, non è solo un festival. Ma è anche una serie di domande e riflessioni da
fare insieme dopo il periodo di pandemia. I nostri bisogni, ciò che ci rende davvero felici. La pre adolescenza e l’amore, le emozioni; la famiglia fatta di relazioni e dinamiche in movimento, l’ascolto, il gusto della vita e l’importanza delle piccole cose. Domande e riflessioni per noi molto importanti.
Gli spettacoli vengono rappresentati sia a Bisuschio, sia a Como. A Bisuschio nella nostra sede Teatro San Giorgio, un luogo di cultura, di incontro e relazione per giovani, adulti, famiglie e punto di riferimento per il nostro territorio.

Il primo degli spettacoli di “Impressioni, spettacoli per lasciare un segno” che si terrà a Bisuschio è
STORIA DI UN NO
di e con Annalisa Arione e Dario de Falco

Venerdì 10 Settembre ore 21.00 presso
Teatro San Giorgio. Bisuschio
Dalla preadolescenza in avanti l’amore bussa alla nostra porta con un abito nuovo. Questa emozione ci travolge senza preavviso e ci trova impreparati. E’ un argomento che culturalmente spaventa. Eppure di emozioni bisognerebbe parlare.

“Storia di un No” racconta di Martina che ha: quattordici anni, una pianta carnivora di nome Yvonne e delle cuffiette bianche. Martina non ha vestiti firmati, non ha il motorino e non ha la mamma. “Storia di un No” racconta anche del papà di Martina: un papà attento che lavora da casa, ama Jane Austen e cucina lasagne ogni volta che c’è qualcosa di importante da festeggiare. “Storia di un No” racconta di Alessandro, che ha una felpa di marca, un ciuffo a cui dedica venti minuti ogni mattina e che di Martina s’innamora praticamente subito. Almeno così dice lui. “Storia di un No” è la storia di un incontro, di un primo bacio che non è come era stato sognato ma che è bello lo stesso, di famiglie che non sono come le vorremmo, della necessità di considerare l’altra metà della coppia come essere funzionale a noi e ai nostri bisogni, dell’amore confuso con il possesso. E’ la storia di Martina che sceglie di pensarsi intera e quindi dice basta, creando con la sua consapevolezza una reazione a catena in grado di cambiare le cose. Può un’adolescente cambiare il mondo? Ecco. “Storia di un No” parla di questo. E anche di Orsetta, di Eugenio, di Favetti, di Annalisa e di Dario.
Ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria
https://www.eventbrite.it/…/biglietti-storia-di-un-no…

I prossimi spettacoli della rassegna in programma a Bisuschio saranno il 18 settembre TRE” della compagnai ScenaMadre e “NEL TUONO TRA I LAMPI O NELLA PIOGGIA” con Jacopo Boschini il 23 Settembre “.