Settimane musicali ad Ascona sul Lago Maggiore, dal 27 agosto al 8 ottobre 2022

Il Lago Maggiore ha da sempre ispirato scrittori, pittori e musicisti, e ancora oggi catalizza le attenzioni e le energie di tanti appassionati di questa espressione artistica, che scelgono il lago come location per i loro magici concerti. Ecco il calendario delle Settimane Musicali di Ascona 2022, storica manifestazione che riesce sempre a ospitare grande musica con grandi interpreti, fin dalla sua nascita avvenuta nel lontano 1946.
Eventi a pagamento (tranne il concerto inaugurale)  dal 27 agosto al 8 ottobre 2022.

Nomi eccellenti, un programma corposo e scelte musicali intriganti: la 77esima edizione delle Settimane Musicali di Ascona proporrà dal 27 agosto all’8 ottobre 2022, una dozzina di grandi appuntamenti nelle chiese di San Francesco di Locarno e del Collegio Papio di Ascona. Maria-João Pires, Francesco Piemontesi con la Chamber Orchestra of Europe, la Freiburger Barockorchester, la Budapest Festival Orchestra diretta da Iván Fischer, Beatrice Rana e Jordi Savall con Le Concert des Nations fra nomi più attesi. Fra le novità dell’anno, l’anticipo di gran parte dei concerti alle 19.30, un orario insolito alle nostre latitudini, ma che tiene conto di una precisa richiesta del pubblico del festival.

Settimane Musicali di Ascona – Chiesa San Francesco Locarno (© Roberto Barra Photography

Il 27 agosto la celebre percussionista Evelyn Glennie terrà un concerto gratuito sul lungolago di Ascona, evento pre-festival da non perdere.

IL PROGRAMMA PRINCIPALE

Saranno la Kammerorchester di Basilea diretta dall’inglese Trevor Pinnock e la leggendaria pianista portoghese Maria-João Pires ad inaugurare venerdì 2 settembre i concerti in chiesa della 77esima edizione delle Settimane Musicali di Ascona. Un concerto davvero da non perdere vista la caratura degli artisti e della Pires in particolare, pianista fra le più entusiasmanti e carismatiche, con una morbidezza di tocco che oggi non ha eguali: interpreterà un concerto capolavoro di Mozart, il K 488.
Non da meno il secondo appuntamento. Festoso assortimento di scuole, stili e tradizioni disparate, la Chamber Orchestra of Europe, trainata dal vitalismo di Robin Ticciati, immergerà, dal canto suo, la serata di martedì 6 settembre in un vibrante spirito romantico, tra Weber, Brahms e il Concerto per pianoforte e orchestra op.54 di Schumann con Francesco Piemontesi alla tastiera.
La rassegna cameristica Piemontesi & Friends si concentrerà quest’anno su una sola serata, in cui si potranno ammirare il mutevole gioco di incastri fra violino, violoncello e pianoforte: accanto a Francesco Piemontesi, ospiti della serata il violoncellista Daniel Müller-Schött, amatissimo dal pubblico di Ascona, e per la prima volta al festival, la formidabile violinista italiana Francesca Dego. Due i concerti, entrambi dedicati a Brahms. L’appuntamento è per venerdì 16 settembre
La serata di giovedì 22 settembre vedrà invece protagonista un’orchestra che conosce a menadito i codici di lettura del filone tardo barocco: la Freiburger Barockorchester passerà in rassegna due Cantante che costituiscono altrettanti tesori del catalogo giovanile di Haendel. Dirigerà la formazione l’acclamato maestro René Jacobs con la partecipazione del soprano ucraina Kateryna Kasper e del giovane basso Yannick Debus

Lunedì 26 settembre torna invece a far visita al festival la formidabile Budapest Festival Orchestra, sinfonico fra i più importanti al mondo condotto da un direttore di culto come Iván Fischer. In programma brani di Louis Andriessen, György Ligeti con una suite del suo eccentrico e grottesco capolavoro Le Grande Macabre, e Beethoven con la monumentale Terza Sinfonia di Beethoven, detta “L’Eroica”.
Per la prima volta alle Settimane, mercoledì 28 settembre, ci sarà modo di ammirare colei che è stata a suo tempo l’enfant-prodige del pianoforte. Parliamo di Beatrice Rana, sempre più amata (e richiesta) per il rigore e la disciplina nel far rivivere i classici, e per una sgargiante imprevedibilità tutta mediterranea.
Irresistibile il programma, fra Chopin e Beethoven.
Venerdì 30 settembre serata cameristica con il Quartetto Modigliani. Fondata a Parigi nel 2003, la formazione sa puntare sulla quintessenza spirituale del far musica insieme. Ci presenterà il Quartetto «La malinconia» di Beethoven assieme a due autentici tesori del catalogo schubertiano.
Martedì 4 ottobre sarà infine la serata di Jordi Savall. Strabiliante violista barocco e filologo antico dalla dirompente curiosità, il catalano è tornato a scavare nella fertile civiltà del classicismo danubiano. Così, dopo il meraviglioso programma dedicato alla musica antica del 2021, torna ad Ascona da direttore con i suoi giovani orchestrali dell’acclamatissimo Concert Des Nations. Entusiasmante la scelta musicale, con i due cruciali tasselli del vasto catalogo schubertiano, le Sinfonie «Incompiuta» e «La Grande».

Sito ufficiale: https://www.settimane-musicali.ch/