The Phantom of the Opera: al TAM di Milano va in scena il mito

The Phantom of the Opera

The Phantom of the Opera: al TAM di Milano va in scena il mito

Il classico dei classici, fra i musical: insieme a pochissimi altri, ad esempio Cats di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, The Phantom of the Opera è quasi sinonimo di Musical. Basti pensare che, dal suo debutto nel 1986, è andato in scena quasi 14.000 volte, un po’ in tutto il mondo, tradotto in 17 lingue e in ben 183 città. A New York hanno persino costruito un teatro apposta, registrando sempre il tutto esaurito, per trent’anni di fila. Ma cosa ha di così speciale The Phantom of the Opera, che infiammerà presto anche il teatro Arcimboldi di Milano, il TAM?

 

The Phantom of the Opera
al Teatro Arcimboldi di Milano dall’11 al 22 ottobre 2023

 

Esistono opere dell’ingegno umano che spingono tutto sull’originalità e sulla fantasia, spesso riuscendo nell’intento di fare breccia nel grande pubblico, altre volte molto meno. Se però riflettiamo bene quali sono i successi planetari, ad esempio, nella musica? Le canzoni che tutti, ma proprio tutti conoscono? Non sono suite super complesse, per quanto magnifiche. A colpire il cuore del grande pubblico sono temi classici e melodie semplici, orecchiabili.

The Phantom of the Opera è il musical classico per eccellenza, che pone al centro quei valori universali come l’amore, la musica particolarmente coinvolgente e il costante intrattenimento del pubblico. Ecco, il successo sta in questi tre semplici ingredienti e tutto si gioca nel come viene messa in scena quella che, di base, è una storia d’amore nemmeno poi così complicata o anomala. Il difficile è trovare la ricetta perfetta per questi ingredienti ed è qui che eccelle The Phantom of the Opera.

La storia si ispira con una certa libertà al romanzo omonimo del francese Gaston Leroux: un geniale musicista, che si nasconde nei meandri del Teatro dell’Opéra di Parigi a causa di una menomazione facciale, si innamora perdutamente della giovane soprano Christine Daaé, legata però al visconte Raoul De Chagny. I tre personaggi risulteranno legati da colpi di scena fino all’epilogo finale che, come in tutti i classici quando c’è di mezzo l’amore, sarà costellato di vicende travagliate.

A reggere tutto c’è la musica di Andrew Lloyd Webber (sì, quello di Cats), mentre ad impersonare i personaggi principali ci saranno attori veramente di eccezione. Il regista Federico Bellone può contare infatti su Ramin Karimloo nei panni di Erik, il “fantasma”, così come su Amelia Milo, soprano italo-americana, nel ruolo di Christine. Attenzione: il musical sarà recitato in lingua inglese, mantenendo quindi tutto originale e con adattamenti che riguardano soprattutto la scenografia e altri accorgimenti. Immaginate di vedere il fantasma oscillare sopra un lampadario infuocato…

The Phantom of The Opera, che andrà in scena al TAM di Milano, è quindi un classico fra i classici, come potrebbe essere Imagine di John Lennon nella musica: un’opera di amore, a tratti struggente, che è praticamente impossibile non conoscere. Imperdibile, insomma: vale il consiglio che diamo sempre, ovvero quello di prenotare il prima possibile per non perdersi i posti migliori!

Quando ci sarà The Phantom of the Opera

The Phantom of the Opera sarà a Milano dall’11 al 22 ottobre 2023